Skip to main content
ARCHEOLOGIA INDUSTRIALETOSCANA urbex

La cartiera incantata

Articolo di Agosto 30, 2014Ottobre 28th, 20172 Comments

Sembra un luogo popolato da fate, gnomi ed altre strane creature, tale è la sua singolare bellezza. polvereTra edere e polverosi strumenti, sotto botole e antiche scale di legno, inizia il nostro viaggio in una delle più antiche cartiere toscane.
Numerose corde, sparse per la struttura, tessono un intrigante e remoto gioco di colori negli angusti spazi di questa industria dimenticata.  Questa cartiera incantata è una delle 67  più antiche della celebre ” via della carta“. Stretta e tortuosa, questa strada si dipana lungo l’argine di un fresco fiume di montagna. Sembra di trovarsi in Inghilterra.
L’età dell’edificio è di circa 200 anni.  Lo stato del suo abbandono risale a metà degli anni ’80, quando, in seguito alla morte del suo ultimo proprietario, l’azienda cessò l’attività.

Non sono stati motivi economici o finanziari a far chiudere i battenti della cartiera  ma ragioni generazionali: i figli della famiglia non volevano proseguire l’attività, in quanto la vita di montagna era poco stimolante. Così, ecco l’arrivo dell’ultimo proprietario: l’abbandono.   Circa quindici donne lavoravano presso gli essiccatoi ( rimangono tuttora un tripudio di corde legate negli alti stanzoni dove la carta veniva sistemata ad asciugare) mentre, al piano terra, dov’erano collocate le macine, bastavano appena due uomini per attivare gli ingranaggi.  La carta veniva inviata alle operaie tramite gli ascensori, uno interno e l’altro esterno (ad oggi fatiscenti).  Alla cartiera si abitava anche: nei suoi alloggi potevano risiedere ben tre famiglie.    Il 16 gennaio 2013 è stato presentato presso la sede di “Lucense”, società pubblico-privata per la ricerca industriale  e lo sviluppo sperimentale, il progetto “La via della carta in Toscana”.  Anche questo gioiello sarà inserito in una delle mete dell’itinerario turistico culturale incentrato sul tema della carta.

Tre milioni di euro sono stati intanto stanziati per avviare i lavori di recupero di gran parte dell’area ma ancora nessun intervento è stato compiuto.

(Visited 96 times, 1 visits today)
Rating: 5.0/5. Dal voto1.
Attendere....

Join the discussion 2 Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.