Skip to main content
CHIESE, CONVENTI e CIMITERI abbandonatiEMILIA ROMAGNA urbex

La Chiesa turchese

Articolo di Gennaio 14, 2015Marzo 2nd, 202011 Comments

Questa chiesa abbandonata è stata la mia chimera da quando ho iniziato a fare esplorazioni urbane.Ho fatto venire l’esaurimento a tutti i miei compagni di viaggio. Non ne potevano più di sentirmi parlare della blu chapel e, a furia di ripeterlo, finalmente uno di loro decide di aggiungersi a me nella ricerca.
L’unica informazione che avevamo riguardava un’apparizione della Madonna ad una pastorella, nel quindicesimo secolo. E da lì abbiamo iniziato a curiosare, passando di chiesa in chiesa, per trovarla dopo diverse settimane di ricerca.
Purtroppo la chiesa originaria venne demolita e ne fu ricostruita una nuova, nel XIX secolo. Ecco perchè non si riesce a trovare niente al riguardo.
La piccola chiesa venne edificata sul punto preciso dell’apparizione mariana, a fianco fu costruito un convento di frati francescani. Abbandonata dai frati la struttura fu utilizzata per un periodo come carcere, per essere poi lasciata al definitivo silenzio, una decina di anni fa’.

L’entrata al complesso abbandonato non è semplice : le porte sono tutte sbarrate dall’interno. L’unica possibilità è arrampicarsi al secondo piano, passando per un varco aperto, oppure entrare da una piccola finestra 50×50.
Optiamo per la finestrella, scoprendo che c’era già posizionata una sedia dall’altra parte, segno inequivocabile che non siamo i primi e non saremo certo gli ultimi a vedere questa piccola meraviglia.
Davanti a noi troviamo immediatamente la cucina, da cui inizia il corridoio con le celle.
Gli altri cominciano a curiosare in giro ma io ho in testa una cosa sola: la chiesa blu. Si sta realizzando un sogno. Vado dritta, attraverso il corridoio, con gli armadi che ancora custodivano le tonache viola, mentre per terra erano sparsi santini, breviari e candele.

La chiesa è più piccola di come me l’aspettavo. Nel mezzo c’è una tomba con ossario già devastata, segno che i vandali e la loro stupidità sono purtroppo già passati.

Dedichiamo un’ora a questa piccola chiesetta e un’altra ora in giro per il convento, che, purtroppo, è stato saccheggiato completamente. A parte qualche scorcio e qualche particolare delle scale, non rimane nulla.
La chiesa, invece, è intatta nel suo splendore. Le panche sono tutte allineate, con il crocefisso dorato stile XXII secolo che domina enorme sull’altare. Tutto è in perfetto stato di conservazione, una tunica viola appoggiata in fondo alla chiesa, i libri di preghiera sulle panche e la scaletta dei salmi fanno sembrare prossima una messa. Invece tutto resta lì, con il vento solo a squarciare il silenzio.
C’è un cartello “vendesi” all’uscita. Non si sa bene di chi sia la proprietà. Voci dicono sia sconsacrata e che il proprietario si trovi in carcere. Forse è stato messo solo per tenere lontani i curiosi. Certo è che non si sa fino a quando sarà accessibile. Finalmente qualcuno ha pensato di preservare il luogo mettendo lucchetti alle porte…e si fa sempre più difficile entrare.
A noi piace pensare che questo luogo rimarrà così per sempre, oppure piu pragmaticamente, che venga recuperato e salvato dal degrado e dall’incuria.

(Visited 285 times, 1 visits today)
Rating: 5.0/5. Dal voto1.
Attendere....

Join the discussion 11 Comments

  • Mattia bertolini ha detto:

    Oddio è stupenda , ma se ti chiedessi dove si trovae lo diresti anche tramite email ? 🙂 adoro i luoghi abbandonati e avevo gia sentito parlare di questa chiesa ma non saprei da dove iniziare a cercarla ;(

  • massizan ha detto:

    Salve, sono un fotografo professionista e se possibile, gradirei sapere dove si trova questa meraviglia.
    Lascio il mio indirizzo mail ringraziando coloro che potranno darmi indicazioni precise.
    Massimo Zanetti

    massizan@tiscali.it

  • Vincenzo ha detto:

    Bellissime foto!! Complimenti davvero!! Vi lascio la mia mail, cortesemente mi date info sulla posizione precisa?
    Mille grazie in anticipo!!

  • Giusepp ha detto:

    Buon pomeriggio.
    Conosco il luogo fotografato e ben descritto da Marianna, mi piacerebbe mettermi in contatto con l’autrice per conoscere le sue fonti di documentazioni relative al complesso.
    Non ho un account fb, potreste farmi da intermediari?
    Grazie da subito, Giuseppe.

  • maurizio ha detto:

    salve , apparte l’unicita della struttura e l’apparente stato di conservazione dovuta anche ad una debole custodia (visto che poi entrano tutti, e per fortuna la maggior parte non vandali)) , mi domando , primo ,come faccia ad essere sconsacrata ed avere effigi sacre ,statue e crocifisso ancora all’interno , secondo , per entrare credo ci vorrebbe un permesso o sbaglio?
    Grazie dell’attenzione

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.