Skip to main content

Oggi visitiamo una villa abbandonata, anzi un palazzo. Le statue delle quattro cariatidi affaticate dal peso delle stagioni sostengono ancora quel che rimane di un imponente balcone sul parco incolto. Si stava meglio quando si stava peggio…e così quella che un tempo veniva definita la piccola Versailles oggi non è che un mucchio di macerie. Un vago ricordo della ricchezza e dello splendore che furono.

Chateau de Saulxures-Sur-Moselotte fu progettato dall’architetto Charles Perron e costruito fra il 1854 e il 1861.
Il lavoro fu commissionato dalla vedova Elisabeth Gehin, proprietaria dell’importante industria tessile di Jean-Thiebaut Gehin durante il periodo d’oro dell’espansione industriale.
La Signora spese quasi due milioni di franchi francesi per la costruzione del suo castello.

L’architettura e le decorazioni erano di alta qualità: legno intarsiato, grandi camini in marmo di Carrara, scale sontuose, soffitti affrescati da Felix Haffner, sculture, arazzi, niente era troppo bello per la costruzione di questo edificio in stile Luigi XV, realizzato dai più grandi artisti del tempo.
I mobili furono commissionati presso il mobiliere Jeanselme Père et Fils, fornitore ufficiale della Corona di Luigi Filippo I e Napoleone III.

Il capolavoro dello scultore Georges Clere, uno dei progettisti del nuovo Louvre, incornicia il portico fiancheggiato dalle quattro cariatidi che rappresentano le quattro stagioni.
I prototipi in gesso delle cariatidi che sostengono il balcone sono esposti al Louvre a Parigi.
In origine, due grandi giardini d’inverno collegavano l’edificio principale con i due annessi.

Che ne sarà della facciata della piccola Versailles che sta morendo giorno per giorno?

Se vuoi vedere tutte la gallery completa clicca qui

Grazie per aver spinto fino a qui la tua CURIOSITA’. La stessa che ci spinge a fare esplorazione urbana, in luoghi pericolosi, per raccontarteli. Come sempre, raccomandiamo di NON VISITARLI, ma di seguirci solo attraverso i nostri reportage.
Se questa villa abbandonata ha stimolato la tua voglia di scoperta e vuoi continuare a esplorare edifici abbandonati simili a questo, cerca qui quello che più ti piace. Altrimenti guarda qui cosa si trova nella tua regione.
Per restare sempre aggiornato sulle nostre attività, seguici sulla pagina facebook. oppure guarda tutte le nostre foto su Instagram.

(Visited 341 times, 1 visits today)
Rating: 4.7/5. Dai voti14.
Attendere....