BELGIO urbexCHIESE, CONVENTI e CIMITERI abbandonati

Il Massacro delle Religioni

Da Novembre 21, 2015 Marzo 6th, 2018 Nessun commento

“Tutti voi che venite qui, guardate e pensate se esista un dolore simile al mio” Ecco cosa c’é scritto sotto la scultura raffigurante La Pietà custodita in questa splendida cappella.

Dubbio amletico ed etico. È la Chiesa che ha abbandonato l’umanità, o è l’umanità che ha abbandonato la Chiesa?
Dopo le Strage di Parigi molti fedeli non sanno più a cosa credere.
Un massacro che ha macchiato di sangue la capitale della Francia.
Preghiamo, si ma chi dovremmo pregare?

Ero in Belgio quando visitai questo posto. Mi aspettavo di trovare un vecchio ospizio situato nel centro di un grazioso paesino, ma quando arrivai trovai macerie e ruspe, e l’unico edificio salvo collegato al complesso era la cappella gotica del 1840.
L’edificio, di medie dimensioni, era suddiviso in due parti, una pubblica e una dedicata solo ed esclusivamente agli ospiti dell’ospizio. Splendide e di pregio le numerose vetrate ricche di scene religiose dai dettagli incredibili.

Il posto abbonda di particolari conservati.  Inginocchiatoi, confessionali, anche se purtroppo la pala d’altare é sparita.
Nella parte della cappella dedicata al pubblico, sopra ad un confessionale, é posta una meravigliosa scultura raffigurante La Pietà in scala reale e di grande impatto scenico, sotto ad un orologio a muro fermo sulle sofferenze di questo mondo.
La scultura ritrae il corpo di Gesù Cristo sul grembo di sua madre Maria dopo la crocefissione: é un tema di origini nordiche, che nacque in Francia per poi arrivare in Italia grazie a Michelangelo.

Un triste pensiero ci accompagna all’uscita. Lasciai questa chiesa con la triste consapevolezza che le ruspe non l’ avrebbero risparmiata…

“Apra la sua porta, faccia presto, non importa cosa crede lei
Di questo movimento ma l’avverto che al suo posto
Non ci penserei due volte, dato l’imminente arrivo di Gesù
Perché poi non torna più

Mi son reso conto che serpeggia tra i credenti
Il malcontento per la pioggia di mancati appuntamenti
Nei millenni, ma si metta nei suoi panni
Quell’incetta di pianeti da salvare, di pianeti da salvare

Possa la bontà del vostro cuore riscoprire
Che la verità si cela spesso dentro una persona sola
E non è tanto il sesso a consolare l’uomo dal suo pianto
Ma l’amore buono ed il perdono Santo del Signore

Rating: 5.0/5. Dal voto1.
Attendere....
Jonathan Della Giacoma
Jonathan Della Giacoma
Classe '87 e svizzero, Jonathan è uno tra i più famosi autori nel campo "Urbex" e tra i più attivi nel progetto Ascosi Lasciti.
Attratto dalla storia, dalla bellezza estetica, dall'architettura, ha visitato edifici abbandonati in tutta europa.

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.