Skip to main content

Le città marchigiane sono sempre ricche di sorprese, come questo antico palazzo abbandonato, che dall’ esterno non sembrava promettere molto, ma una volta dentro fa rimanere a bocca aperta. La storia si perde nei secoli passati. La sua edificazione è imprecisata dato la mancanza di targhette esterne e di documenti relativi, ma posso affermare con certezza che diede qualche nobile natale. La nascita della dinastia sembrerebbe risalire agli albori del Sacro Romano Impero di Germania, sebbene non abbia trovato molte fonti accertate.

Veniamo ora all’ esplorazione di questo lascito.
Disposto su tre piani, ha una struttura abbastanza imponente. Il pianterreno doveva essere l’alloggio della servitù, poi riconvertito nel dopoguerra ad appartamento/studio, presente un pianoforte a muro e un sala da tè molto sfarzosa. Il secondo piano è in tutto e per tutto il piano nobile, dove affreschi e lusso spiccano un po’ ovunque, ma anche il degrado e la decadenza non mancano, infatti la parte est del suddetto è in rovina a causa di cedimenti strutturali, e purtroppo non sembra siano state effettuate contromisure. Muffe e crepe sono diffuse in questa zona, e anche una porzione del soffitto è crollata, abbattendosi su del mobilio.

L’abbandono è evidente, ma alcune stanze sembrano troppo ordinate, come se qualcuno dovesse tornare da un momento all’altro. Ma è solo un’impressione dato che l’odore di chiuso e la polvere sono onnipresenti. Inquietante è la camera da letto dipinta di rosso.

Un senso opprimente di essere osservato, mi ha accompagnato per tutta l’esplorazione di questo palazzo abbandonato, poi, fatto curioso, mi è toccato ritornare una seconda volta a distanza di breve tempo per rifare le foto, in quanto le stesse risultavano mancanti al momento del download sul computer.
Infine l’ultimo piano ospita una specie di ripostiglio di oggetti personali, stampe e quadri di vario genere ed epoca.

La struttura versa abbandonata da non molto tempo, presumibilmente dai tre ai quattro anni, e da l’idea di essere raramente controllata, pur avendo un accesso libero dall’esterno. La mia ipotesi è che il palazzo sia stato lasciato, forse proprio a causa della sua inagibilità. Da ulteriori ricerche sembrerebbe che il corrente erede sia in vita e proprietario di un ristorante d’alta cucina in un palazzo grossomodo delle stesse fattezze.

In conclusione, un luogo affascinante e misterioso, ma anche pericoloso, data la sua natura in decadimento.

L’obiettivo dell’esplorazione è toccare il fondo e la cima, toccare… per vedere se la porta si apre.

Noi di Ascosi Lasciti, con l’esplorazione urbana, ci spingiamo in luoghi talvolta pericolosi, per poterli raccontare. Come sempre, raccomandiamo di NON VISITARLI, ma di seguirci solo attraverso i nostri reportage.

Se questo palazzo abbandonato vi ha impressionato e ha alimentato la vostra voglia di esplorare virtualmente insieme a noi altri luoghi abbandonati simili, ecco una ricca lista di ville e palazzi abbandonati. Altrimenti cliccando qui si può esplorare virtualmente luoghi abbandonati in tutta Italia.

Per un aggiornamento quotidiano sulle nostre attività, basta seguirci sulla nostra pagina Facebook oppure sbirciare tutte le nostre foto migliori su Instagram.

(Visited 120 times, 1 visits today)
Rating: 5.0/5. Dai voti3.
Attendere....

Join the discussion 8 Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.