Skip to main content

“Vischio significa fortuna, protezione e amore. Si usa regalarlo durante il periodo natalizio, oppure usarlo come decorazione per i pacchi o da appendere sulla porta di casa, come buon auspicio per chiunque entri. Se due innamorati si baciano sotto un ramoscello terranno lontani da loro problemi e difficoltà. Se nel periodo delle feste una ragazza che si trova sotto il vischio non viene baciata dal suo amato non si sposerà per l’intero anno a venire.” cit.

Anche quest’anno, come con l’articolo dell’anno passato, vi porterò a festeggiare Capodanno in un magico ed elegante castello.

Dalla Polonia ci spostammo in Germania in un altro maniero e in un’ altra splendida sala da ballo.
Fu meta del mio primo tour in Germania, alla ricerca di edifici abbandonati da documentare, agli inizi di un soleggiato ottobre, con un clima mite e gradevole.

Avevamo percorso molti viali alberati fra gli infiniti campi e le stradine imbrecciate. Arrivammo davanti a questo splendido castello in tarda mattinata. La facciata simmetrica, illuminata dal tiepido sole autunnale, ci accolse promettendoci un luogo fantastico. L’ingresso si rivelò parecchio difficoltoso: dovevamo calarci in un profondo pozzo-luce che conduceva nella labirintiche cantine dell’edificio.

Non si può che restare stupiti dall’imponente salone d’ingresso con doppia scala, colonne e simmetrie barocche.
Questa scala é un vero capolavoro eseguito dai migliori artigiani falegnami di un tempo, nella zona.

Un vischio oramai rinsecchito é ancora appeso al centro dell’arcata del sottoscala che conduce verso al grande salone sul parco.
Come non pensare all’ultimo Capodanno dell’ ex castello che si é celebrato proprio in questo vano del primo piano, con una meravigliosa festa?
Baci. Tanti baci. Chissà quanti!? Giovanotti e allegre donzelle in elegantissimi abiti da sera hanno danzato qui fino a qualche anno fa, brindando al nuovo anno.

I saloni del castello sono ancora in buone condizioni e sembrano fermi a quel Capodanno.
Elegante, con le sue colonne e il camino di marmo, si apre agli occhi del visitatore il salone sul parco.
Scenografica anche la biblioteca relativamente intatta, con le librerie e le vetrine scolpite nel legno e una stufa in maioliche raffigurante una scena di caccia.
Per la mia gioia, in un corridoio trovai pure un pianoforte dimenticato.

Ma la stanza da ballo svela il salone abbandonato più incredibilmente bello.
Dimostrazione che gli affreschi italiani venissero apprezzati anche nel nord est della Germania.

Il soffitto è impreziosito da un affresco barocco fatto eseguire da un noto pittore Italiano, inoltre é adornato da due camini simmetrici, che danno un ulteriore senso di armonia alla stanza più importante del castello.

Sembra che qualcuno si sia occupato di cominciare un restauro proprio a partire da questa sala, ma per motivi sconosciuti, è tutto ancora fermo…
e purtroppo della storia del castello non si trova proprio nulla.

Che tutti si siano dimenticati di questo magnifico posto?
Ma io di un “bacio sotto al vischio” non mi dimenticherò mai!
Auguro a tutti voi un fantastico nuovo anno ricco di fortuna, sicurezza e amore!

Se il capodanno in questo ex castello ha stuzzicato la tua curiosità, ecco una lista di altri palazzi abbandonati. Altrimenti perché non esplorare virtualmente altri luoghi abbandonati della Germania?

Noi di Ascosi Lasciti ci spingiamo in luoghi pericolosi o inagibili per poterli raccontare. Come sempre, raccomandiamo di NON VISITARLI, ma di seguirci solo attraverso i nostri reportage. Per poter prendere parte attiva senza rischi a questa missione, iscriviti nostro gruppo, oppure, se l’impegno che vuoi prestare è maggiore, supportaci e tesserati alla nostra associazione. Potrai beneficiare di contenuti esclusivi e materiale inedito.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre ultime esplorazioni, basta iscriverti al nostro nuovo canale Youtube oppure seguirci sulla nostra pagina Facebook, tra le più grandi community urbex in Italia, e sul nostro profilo Instagram, tra i più seguiti in tutto il mondo sul tema dell’abbandono edilizio.

(Visited 687 times, 1 visits today)
Rating: 4.7/5. Dai voti12.
Attendere....