CHIESE, CONVENTI e CIMITERI abbandonatiVENETO urbex

Piovono Bestemmie

Da Agosto 7, 2016 Maggio 2nd, 2018 5 Commenti

“Fratelli carissimi, fosse aprile o fosse maggio, bestemmiamo con coraggio.
Bestemmiamo ai quattro venti tutti i papi e i presidenti, che ci fan laudare a voce
il Dio Cristo affisso in croce.
Con la Madonna, tutti gli angeli in colonna, senza i santi tralasciare ed i preti sull’altare.
Bestemmiam fin dall’inizio, come dir sul frontespizio della Bibbia e del Vangelo, la Madonna con il velo
Urbex veneto - chiese abbandonate -piovono bestemmie (39)Mi venne in mente questa filastrocca, varcando le soglie di questo luogo profanato dai tanti vandali che l’hanno imbrattata, negli anni, di scritte blasfeme.  E fu proprio un’intrattenibile bestemmia di stupore che uscì altrettanto dalla bocca, quando varcai la porta di questa chiesa abbandonata….tale era la sua bellezza, con quegli altari così raffinati e gli imponenti rivestimenti di marmo intarsiato, infarciti di statue.
E quel soffitto antico del 1600, a cassettoni, sfondato, in bilico, che sembra cadere da un momento all’altro, devastato da piogge e maledizioni che Dio manda in terra!   Ogni respiro potrebbe essere l’ultimo, sotto di esso.   Pericoloso ed emozionate : così definirei questo fantastico luogo perduto.
Il sole splendeva proiettando ombre nel chiostro del monastero abbandonato. Il giardino interno trasandato e silenzioso.

Solo i miei passi rimbombavano lungo i corridoi instabili e vuoti del convento.
Restano quasi solo stanze spoglie, dopo l’abbandono negli anni ’90, e tanta decadenza.
Ciò che veramente affascina di questo luogo sono le due chiese abbandonate, molto ricche di dettagli e pregiati decori risalenti al 1600, che ancora oggi ricordano l’importanza che un tempo aveva questo luogo. La parte più ricca aperta ai fedeli e la seconda chiesa, più piccola e modesta, riservata esclusivamente alla suore cappuccine che occupavano il complesso monastico.  Un luogo che, nonostante lo stato avanzato di abbandono, trasuda un atmosfera incredibile, che fonde storia e bellezza perduta…un luogo che durerà ancora poco se qualcuno non interviene al restauro del tetto.   Quell’antico soffitto a cassettoni ha i giorni contati e, quando deciderà di cadere, tutto questo splendore andrà perduto per sempre con la distruzione degli altari e degli arredi sacri.
Qualcuno in città si sta muovendo per salvaguardare questo monumento…

Chissà se le campane di questa chiesa abbandonata torneranno a suonare?

Rating: 5.0/5. Dai voti3.
Attendere....
Jonathan Della Giacoma
Jonathan Della Giacoma
Classe '87 e svizzero, Jonathan è uno tra i più famosi autori nel campo "Urbex" e tra i più attivi nel progetto Ascosi Lasciti.
Attratto dalla storia, dalla bellezza estetica, dall'architettura, ha visitato edifici abbandonati in tutta europa.

Entra nella discussione 5 Commenti

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.