Skip to main content

Tra i luoghi abbandonati che visitiamo giornalmente, c’è qualcosa in una discoteca abbandonata che ci affascina in modo singolare.
Non parliamo delle impronte nella polvere lasciate da orde di curiosi dopo la chiusura del locale, né degli oggetti scordati dai fanatici della vita notturna, proprio nell’ultima sfortunata apertura.
Non ci facciamo rapire dai turbinii e dalle macchie di colori sgargianti, miste a chiazze di muffa e tele di polvere, caratteristiche di queste strutture fatiscenti. E non teniamo conto delle architetture singolari, degli arredi pomposi, maniacalmente curati per la clientela e orridamente deturpati dal tempo.

E’ l’atmosfera che ci rapisce.  La carica emotiva che spigionano muri di cartapesta ed elementi scenografici. Il silenzio frastornante che suonano gli impianti saltati. I biglietti da visita con dubbi gusti grafici, ormai superati.  L’odore di stantio e naftalina proveniente dagli armadi. Il fetore di vecchio che trasudano capi d’abbigliamento fuori moda.
Sui banconi del bar, vetri rotti raccolgono ogni tipo diverso di cocktail non consumato nell’ultima grande nottata.  E ogni più assurda variante di alcool ha raggiunto, con gli anni, lo stesso sapore di marcio.

Questa volta siamo capitati in Veneto.
Nel cuore di questa regione, accanto alla strada provinciale, giace il corpo inerme di in gigante che ha segnato la storia della Bella Vita italiana.  Chiusa dal 2007, la struttura è caduta lentamente in stato di abbandono.
Ad oggi il degrado sembra definitivamente sancito. Infiltrazioni, squarci nel tetto, crolli dei muri e segni di occupazioni abusive.

Il Comune aveva pensato ad una riqualificazione in pompa magna: giù la vecchia balera, su un complesso residenziale. Ma la dichiarazione di fallimento ha complicato ogni piano.  “Se già in condizioni normali i tempi sono lunghi, figuriamoci dopo una sentenza di fallimento” così ha commentato il sindaco, sfogandosi coi giornali. E così, fino all’anno scorso, un mutismo di sdegno ha accompagnato la vicenda.

Secondo le più recenti fonti l’ex discoteca diverrà centro commerciale con supermercato e negozi annessi… Chissà, forse tornerà il decoro. E, con esso, la regola di non fumare dentro al locale.  Per il momento, tra cocci taglienti e pannelli instabili, sembra solo vietato ballare.

Con la partecipazione di Irene Russi.

L’obiettivo dell’esplorazione è toccare il fondo e la cima, toccare… per vedere se la porta si apre.

Noi di Ascosi Lasciti ci spingiamo in luoghi pericolosi o inagibili per poterli raccontare. Come sempre, raccomandiamo di NON VISITARLI, ma di seguirci solo attraverso i nostri reportage. Per poter prendere parte attiva senza rischi a questa missione, iscriviti e supportaci sul nostro gruppo. Qui potrai trovare foto esclusive e materiale inedito.

Se questa discoteca abbandonata ha stuzzicato la tua curiosità, ecco una ricca lista di locali e discoteche abbandonate. Altrimenti perché non esplorare virtualmente i luoghi abbandonati del Veneto?

Per essere sempre aggiornato sulle nostre ultime esplorazioni, basta iscriverti al nostro nuovo canale Youtube oppure seguirci sulla nostra pagina Facebook, tra le più grandi community urbex in Italia, e sul nostro profilo Instagram, tra i più seguiti in tutto il mondo sul tema dell’abbandono edilizio.

(Visited 500 times, 1 visits today)
Rating: 5.0/5. Dai voti4.
Attendere....

Join the discussion One Comment

  • Vanessa ha detto:

    Buongiorno,

    a parte un immenso GRAZIE per gli articoli che pubblicate sono meravigliosi, alcuni fanno sognare ad occhi aperti, alcuni mettono malinconia, altri non ci andrei mai nemmeno se mi pagassero tutto l’oro del mondo…..comunque in ogni caso regalate EMOZIONI e le emozioni sono VITA….
    Comunque vi contatto per darvi una bellissima notizia riguardo a questa ex discoteca, il tutto è stato riqualificato e ad inzio novembre 2019 ha riaperto con il nome di NEW GARDEN, insomma questo posto ha avuto una seconda occasione.
    Tutto qui, volevo solo darvi questa bellissima notizia.
    Buona giornata …..e vi prego non smettete mai di pubblicare!!!!!!!!!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.