COREA DEL SUD urbexPARCHI DIVERTIMENTO abbandonati

Gaya Land : il Parco Divertimenti Abbandonato

Da Novembre 22, 2016 Maggio 4th, 2018 Nessun commento

urbex-south-korea-parco-giochi-abbandonato-bob-thissen-1Gaya Land, il parco dei divertimenti abbandonato a Gimhae, Corea del Sud.
Fu aperto nel 1991, e chiuse nel novembre 2011, a causa della mancanza di visitatori.

Arriviamo al parco a notte fonda, e ci accorgiamo subito dei lavori di costruzione in corso presso il grande parcheggio.
Che sia già troppo tardi? Potrebbe essere l’ennesima volta che arriviamo in un parco di divertimenti già smantellato da poco, e sappiamo bene che i luoghi abbandonati in Corea del Sud scompaiono molto velocemente.

Improvvisamente notiamo un riflesso di luce che illumina la ruota panoramica. C’è sicuramente ancora qualcosa da fare!

Attentamente, ci avviciniamo al parco, senza torce elettriche. Dalle informazioni trovate online, sappiamo che tre simpatici cani da guardia sono a difesa di questo luogo.
Arriviamo alle scale del cancello principale, e i cani iniziamo ad abbaiare. Lentamente si continua, ma ad un tratto, il raggio di una torcia elettrica illumina le nostre facce.

Congeliamo.
Una guardia di sicurezza inizia a fischiare e a correre verso di noi. Scattiamo come due molle e scompariamo nel buio. Nessuna foto in notturna stavolta…
La mattina seguente facciamo un nuovo tentativo, ma decidiamo di prendere un’altra strada.
Silenziosi e carichi di adrenalina, entriamo senza essere visti.
Siccome non abbiamo idea di quale sia la situazione attuale e della posizione della guardia, esploriamo prima la periferia del parco giochi.
L’atmosfera è perfetta, è tutto in decadenza, ma senza alcun segno di vandalismo, e in più è completamente invaso da piante.

Strisciamo attraverso i cespugli, evitando i percorsi convenzionali.
Soddisfatti, dopo diverse ore, ritorniamo al cancello principale, e ci assicuriamo che nessuno si accorga della nostra presenza, visto che il parco è molto più pulito in questa zona.
In punta di piedi, scattiamo le ultime foto e ci incamminiamo verso la macchina.
Non eravamo ancora usciti dalla “zona proibita“, che improvvisamente ci accorgiamo di essere seguiti da un uomo.

La guardia della notte scorsa?

Noi continuiamo a camminare, fingendo disinvoltura.
Quando arriviamo alla macchina, l’uomo stranamente ci sorpassa, come se non ci avesse visto.
Decidiamo di tornare indietro verso l’ingresso principale, per la stessa strada della sera prima, e vedere cosa succede.

Camminando verso l’ingresso, facciamo un sacco di rumore, starnutendo e schiamazzando, senza ricevere nemmeno una latrato in cambio.
Improvvisamente, vedo un simpatico cane che si avvicina scodinzolando. Dalla felicità ha addirittura fatto pipì sulla mia scarpa…
Coccoliamo i cani e iniziamo a chiamare “Ehi, non c’è nessuno qui?”

Niente. Che la security sia solo di notte?
Dopo aver scattato le ultime immagini della giornata, col buio alle porte, decidiamo di andarcene, prima del ritorno del guardiano notturno.

Rating: 5.0/5. Dal voto1.
Attendere....
Bob Thissen
Bob Thissen
Bob è uno dei più prolifici e famosi esploratori internazionali, oltre che autore di mostre, reports e servizi televisivi inerenti l'Urbex. Viene dall’Olanda e si definisce un drogato di abbandono.
Ha realizzato numerose opere in stop motion, tra cui, nel 2016 una serie TV, andata in onda in Olanda e Belgio, sugli edifici abbandonati.

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.