DEPOSITI dismessi e VEICOLI abbandonatiGERMANIA urbex

L’Escavatrice nella Nebbia

Da Novembre 26, 2016 Maggio 11th, 2020 Nessun commento

urbex-europe-abandoned-vehicles-beast-2Siamo nell’agosto del 2003.
Beast“, l’escavatrice “SR 1500 LMBV” si prepara al suo ultimo viaggio.  E’ uno spostamento abbastanza piccolo, di otto chilometri, ma oneroso : un milione di euro! Qual è la meta? Il suo cimitero.
Le città di Senftenberg , Großräschen e Schipkau decidono di conservare l’escavatore come ultimo testimone della storia nell’estrazione di carbone lignite. I visitatori lo hanno ribattezzato “la meraviglia blu” per il suo colore intenso.

Conosciuta oggi come “the Beast“(la bestia), fu costruita tra il 1964 ed il 1965 dall’industria metalmeccanica Lauch-hammer.  La macchina fu concepita e assemblata rapidamente, nonostante i suoi 171 metri di lunghezza e la sua altezza di 50 metri.
Quanto può arrivare a pesare un colosso metallico simile? Si stima una massa di 3850 tonnellate.
In questi anni il gigante di ferro sta arrugginendo nella nebbia del suo clima umido ed è stato depredato di quasi tutto il rame e i metalli di valore. Ha perso la sua originaria bellezza, ma è pur sempre un piacere scalarlo per i matti come noi (cosa che sconsigliamo a tutti per l’instabilità di alcuni ponti).
La sala di controllo è relativamente integra e riesce ancora a trasmettere quella sensazione di potenza che era nelle mani del macchinista, durante gli scavi.

Diamo un’occhiata alle specifiche tecniche, per i più appassionati :

Capacità di ogni cucchiaia : 1500 dm³
Diametro della cucchiaia : 12500 mm
Lunghezza totale approx : 171.5 m
Altezza del suo punto più alto : 50 m
Peso complessivo approx : 3850 t
Alimentazione richiesta : 6 KV DS
Capacità d’installazione : 5555 kW
Numero di lame totali : 10
Numero dei cingoli : 6
Velocità di guida : 6 m/min
Altezza massima di taglio : 35 m
Massima profondità di taglio : – 15m

Rating: 5.0/5. Dai voti5.
Attendere....
Lyrix
Lyrix
Alexander Bentlage è uno dei nostri autori internazionali. Residente a Rotterdam, viaggia per l'Europa alla costante ricerca di nuovi luoghi abbandonati. E' un amante dell'archeologia industriale, ma non disdegna le ville nobiliari affrescate.

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.