Fabbrica di Finiture d’Alluminio

Da Gennaio 12, 2017 Maggio 4th, 2018 ABRUZZO urbex, ARCHEOLOGIA INDUSTRIALE

fabbrica-di-finiture-alluminio-urbex-abruzzo-fabbriche-abbandonate-1In questa nuova esplorazione ci siamo recati presso quella che era una fabbrica di finiture d’alluminio, segnalata da un amico che abita in zona.
I problemi per i dipendenti di questa struttura di circa 5200 metri quadrati sono cominciati dopo il 2007, fino a quando, nel 2011, l’azienda è fallita.  Anni di abbandono hanno scatenato gli appetiti dei ladri e, piano-piano, sono spariti dallo stabilimento il rame, i bagni e i motori dei macchinari.

La fabbrica ultimamente è stata anche colpita da un incendio, probabilmente dovuto ad un corto circuito scaturito dalle vasche per finiture d’alluminio, riattivate dopo la chiusura per le operazioni di smantellamento.
Alcuni giorni prima della nostra esplorazione sono stati pizzicati, dagli uomini della squadra anticrimine, due ladri intenti a smontare la cucina della mensa aziendale ed alcuni mobili. I due ladri avevano con sé attrezzi da scasso utilizzati per aprire cancelli e porte, e stavano trascinando il bottino fuori dagli edifici per poi caricarli su un furgone.
In seguito ai numerosi furti subìti, la fabbrica risulta oggetto di frequenti controlli da parte delle forze dell’ordine, per cui la nostra visita si svolge con la massima cautela e abbastanza in fretta.

Ci aspettiamo di trovare l’intera struttura sigillata e invece troviamo un accesso libero sia per gli uffici sia per lo stabilimento che presenta al suo interno anche un laboratorio.
Appena entrati nell’edificio che presenta gli uffici veniamo pervasi da un fortissimo odore di muffa e stantio che ci “prende in fretta la testa”; c’è una altissima umidità che ha creato un micro-ambiente caratterizzato da numerose varietà di muschi e funghi, con forme classiche e filamentose. Il primo ambiente che ci si presenta davanti è una sala d’attesa alle cui spalle si apre un giardino interno di piante finte e, attorno ad esso, si sviluppano corridoi da cui si dipartono varie stanze.

Le muffe hanno invaso i muri, i termosifoni, le scrivanie e le tende.
Le stampe riprodotte sui quadri appesi alle pareti sono come liquefatte. Sembra di trovarsi in un film horror o in un vecchio videogioco come “Silent Hill”, anche se, nel nostro caso, il colore dominante non è il rosso-sangue ma il verde.
Usciti dagli uffici ci rechiamo verso l’edificio dove avveniva la lavorazione dell’alluminio. Qui vi troviamo, oltre agli ampi spazi in cui erano collocati vari macchinari, anche una stanza per le riunioni e un laboratorio.
Il mal di testa unito alla nausea per la forte umidità e l’odore acre ci impediscono di effettuare scatti interessanti.

Un luogo “tipico”, reso atipico dalla natura.

Christian Catinello

Rating: 5.0/5. Dai voti2.
Attendere....
Ascosi Lasciti Abruzzo
Ascosi Lasciti Abruzzo
Fondatori della nostra sezione abruzzese sono i fotografi Valerio Fanelli e Christian Catinello. Esperti ricercatori, si occupano principalmente della propria regione, ancora poco conosciuta nel panorama urbex italiano.

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.