La Grande Miniera Abbandonata

Da Luglio 21, 2017 Maggio 4th, 2018 ARCHEOLOGIA INDUSTRIALE, SICILIA urbex

Questa è una delle più grosse miniere dell’entroterra siculo. E’ lei. La grande miniera abbandonata. Si trova nell’ entroterra siculo ed è stata tra le più importanti per l’estrazione di sali alcalini misti, vedeva impiegati circa 500 dipendenti. L’attività estrattiva cessò nel 1992 per motivi ancora avvolti nel mistero. Difatti si trovano versioni discordanti sulla sua chiusura e il conseguente abbandono. Una di queste afferma che le attività vennero interrotte per favorire le multinazionali del sale americane e tedesche che ,ad oggi, mantengono il monopolio. Questa miniera, a pieno regime, estraeva sino a due milioni di tonnellate di kainite e sali potassici e secondo alcune stime avrebbe potuto continuare la sua attività per un altro trentennio.

Costituita da 4 pozzi di sfiato, era attrezzata con mezzi moderni per l’ estrazione e il trasporto dei minerali estratti. Ad oggi rimane comunque un luogo di grande interesse, sebbene per altri motivi. Essa rappresenta un chiaro esempio di espressione di archeologia industriale. Potrebbe rappresentare un sito di attrazione e di sviluppo culturale, ma si preferisce lasciarlo morire.
E in questa lenta agonia, questa carcassa di ruggine, porta con sé conseguenze devastanti sui territori limitrofi: al suo interno la miniera conserva molto dell’amianto che sarebbe dovuto essere bonificato attraverso uno stanziamento di fondi.
Bigbags colmi di “cemento amianto” abbandonati al sole con una florida vegetazione che, ormai, cresce in mezzo ad essi.  Solo alcune di queste montagne tossiche ci sembrano correttamente stoccate. Inchieste, processi e arresti si susseguono proprio in merito alla bonifica mai conclusa.

Rating: 4.5/5. Dai voti8.
Attendere....
Liotrum
Liotrum
Liotrum è un gruppo di esplorazione urbex composto da Cristiano La Mantia, Giovanni Polizzi e Claudio Licitra. In ambito locale si occupano di fotografia paesaggistica e fotografia d'architettura, ricercando particolarmente le ferrovie abbandonate. Amici da una vita, condividono il piacere di riscoprire e documentare luoghi abbandonati e dimenticati. Come ultimo punto, ma non in ordine d'importanza, il "front-man" Cristiano La Mantia si occupa di gestire il nostro progetto Instagram.

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.