Poche notizie siamo riusciti a reperire riguardo questa villa abbandonata ma esplorandola abbiamo respirato un’ atmosfera particolarmente malinconica. L’abbiamo soprannominata “Beata Solitudo” perché questa è l’iscrizione che si trova su uno dei suoi caminetti.

Si possono scoprire poche cose sul conto di questo edificio, documentandosi, ma si possono ammirare, al suo interno, gli affreschi, elaborati e variopinti.

Cercando informazioni su questa villa e sulla sua singolare frase sopracitata , ci siamo imbattuti in una vera e propria battaglia letteraria sulla paternità della stessa che vede il contrapporsi di studiosi. Troviamo chi l’assegna a Seneca, chi a San Bernardo. Non si hanno evidenze storiche che attribuiscano questo detto a uno dei due, mentre, invece, si hanno notizie di un documento di un poeta vissuto nel XIV sec. che recita così :
“O beata solitudo, O sola beatitudo, Piis secessicolis! Quam beati candidati/ Qui ad te volant alati/ Porro ab mundicolis!”

Ci piace immaginare Villa “Beata Solitudo” costruita e abitata da chi, per fuggire alla mondanità di un tempo che più non gli apparteneva, vi si rifugiava al suo interno aspirando alla beatitudine e alla purificazione.

Se vuoi vedere la gallery completa clicca qui

L’obiettivo dell’esplorazione è toccare il fondo e la cima, toccare… per vedere se la porta si apre.

Noi di Ascosi Lasciti, con l’esplorazione urbana, ci spingiamo in luoghi talvolta pericolosi, per poterli raccontare. Come sempre, raccomandiamo di NON VISITARLI, ma di seguirci solo attraverso i nostri reportage.

Se questa villa abbandonata ha ‘aperto lo stomaco’ della vostra curiosità e alimentato la voglia di esplorare virtualmente insieme a noi altri luoghi abbandonati, ecco una lista per categoria. Altrimenti perché non dare un’occhiata all’intera regione della Sicilia?

Per un aggiornamento quotidiano sulle nostre attività, seguiteci sulla nostra pagina Facebook oppure sbirciate tutte le nostre foto migliori su Instagram.

Rating: 4.2/5. Dai voti5.
Attendere....
Liotrum on FacebookLiotrum on InstagramLiotrum on PinterestLiotrum on WordpressLiotrum on Youtube
Liotrum
Liotrum
Liotrum è un gruppo di esplorazione urbex composto da Cristiano La Mantia, Giovanni Polizzi e Claudio Licitra. In ambito locale si occupano di fotografia paesaggistica e fotografia d'architettura, ricercando particolarmente le ferrovie abbandonate. Amici da una vita, condividono il piacere di riscoprire e documentare luoghi abbandonati e dimenticati. Come ultimo punto, ma non in ordine d'importanza, il "front-man" Cristiano La Mantia si occupa di gestire il nostro progetto Instagram.

Entra nella discussione 5 Commenti

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.