Oggi visiteremo un borgo abbandonato. Iniziata nel 1941, la costruzione di borgo Guttadauro si concluse nel 1943 con la consegna al Demanio Aeronautico affinché vi si potesse stabilire il personale militare.

Come i borghi dello stesso periodo, la sua pianta si svolge intorno a una piazza e comprende la chiesa a pianta centrale quadrata (crollata tra il 2004 e il 2005), la caserma dei carabinieri e la collettoria postale, la casa del fascio, la scuola, il dispensario medico e le case artigiani.

Durante l’estate del 1943, il borgo fu occupato dalle truppe americane che, nel 1944, lo consegnarono all’E.C.L.S. (Ente Colonizzazione Latifondo Siciliano).
Dal successivo anno iniziarono a manifestarsi i primi dissesti.
La “E.C.L.S.” avvertì la ditta appaltatrice, che riconobbe la propria responsabilità e si preoccupò di eseguire le adeguate riparazioni. Nonostante ciò, borgo Guttadauro risultò non essere più agibile.

A partire dal 1971, il borgo fu ceduto al vicino comune di appartenenza; tanti sono, ad oggi, i progetti di recupero ma nessuno di questi fu mai portato a termine.

Se vuoi vedere la gallery completa clicca qui

L’obiettivo dell’esplorazione è toccare il fondo e la cima, toccare… per vedere se la porta si apre.

Noi di Ascosi Lasciti, con l’esplorazione urbana, ci spingiamo in luoghi talvolta pericolosi, per poterli raccontare. Come sempre, raccomandiamo di NON VISITARLI, ma di seguirci solo attraverso i nostri reportage.

Se questo borgo abbandonato ha ‘aperto lo stomaco’ della vostra curiosità e alimentato la voglia di esplorare virtualmente insieme a noi altri luoghi abbandonati, ecco una lista per categoria. Altrimenti perché non dare un’occhiata all’intera regione della Sicilia?

Per un aggiornamento quotidiano sulle nostre attività, seguiteci sulla nostra pagina Facebook oppure sbirciate tutte le nostre foto migliori su Instagram.

Rating: 3.5/5. Dai voti2.
Attendere....
Liotrum on FacebookLiotrum on InstagramLiotrum on PinterestLiotrum on WordpressLiotrum on Youtube
Liotrum
Liotrum
Liotrum è un gruppo di esplorazione urbex composto da Cristiano La Mantia, Giovanni Polizzi e Claudio Licitra. In ambito locale si occupano di fotografia paesaggistica e fotografia d'architettura, ricercando particolarmente le ferrovie abbandonate. Amici da una vita, condividono il piacere di riscoprire e documentare luoghi abbandonati e dimenticati. Come ultimo punto, ma non in ordine d'importanza, il "front-man" Cristiano La Mantia si occupa di gestire il nostro progetto Instagram.

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.