Questo borgo abbandonato fu edificato ai tempi della riforma agraria e, tra il 1940 e il 1950, contava circa 400 abitanti. Borgo Raju fu abbandonato dopo l’ alluvione del 1972 che provocò l’ esondazione del torrente che lo tange e la tragica morte di un’intera famiglia.

Lo raggiungiamo durante una giornata uggiosa. Immerso all’ interno di un boschetto, Borgo Rajù sembra essere rimasto bloccato agli anni in cui le sue piccole stradine erano animate dal vociare dei bimbi.

Il borgo, prima delle alluvioni, era abitato da artigiani, agricoltori e muratori.
Successivamente al disastro del 1972, altri cataclismi idrogeologici si succedettero uno dopo l’altro, colpendo definitivamente la solidità delle abitazioni che subirono gravi danni. Queste serie di sfortunati eventi atmosferici  rese, di fatto, il borgo inagibile, obbligando le famiglie rimanenti al trasferimento verso paesi limitrofi.

Ad oggi lo sfortunato Borgo Raju, abbandonato per le troppe alluvioni, è abitato solo da visitatori saltuari, riuscendo a popolarsi per qualche giorno, grazie a scenari di improvvisate battaglie di softair e gare di motocross.

Se vuoi vedere la gallery completa clicca qui

L’obiettivo dell’esplorazione è toccare il fondo e la cima, toccare… per vedere se la porta si apre.

Noi di Ascosi Lasciti, con l’esplorazione urbana, ci spingiamo in luoghi talvolta pericolosi, per poterli raccontare. Come sempre, raccomandiamo di NON VISITARLI, ma di seguirci solo attraverso i nostri reportage.

Se questo borgo abbandonato ha ‘aperto lo stomaco’ della vostra curiosità e alimentato la voglia di esplorare virtualmente insieme a noi altri luoghi abbandonati, ecco una lista per categoria. Altrimenti perché non dare un’occhiata all’intera regione della Sicilia?

Per un aggiornamento quotidiano sulle nostre attività, seguiteci sulla nostra pagina Facebook oppure sbirciate tutte le nostre foto migliori su Instagram.

Rating: 5.0/5. Dai voti2.
Attendere....
Liotrum on FacebookLiotrum on InstagramLiotrum on PinterestLiotrum on WordpressLiotrum on Youtube
Liotrum
Liotrum
Liotrum è un gruppo di esplorazione urbex composto da Cristiano La Mantia, Giovanni Polizzi e Claudio Licitra. In ambito locale si occupano di fotografia paesaggistica e fotografia d'architettura, ricercando particolarmente le ferrovie abbandonate. Amici da una vita, condividono il piacere di riscoprire e documentare luoghi abbandonati e dimenticati. Come ultimo punto, ma non in ordine d'importanza, il "front-man" Cristiano La Mantia si occupa di gestire il nostro progetto Instagram.

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.