Skip to main content
POLONIA urbexVILLE e PALAZZINE abbandonate

Il Palazzo d’Inverno : neve e ghiaccio sull’edificio abbandonato

Articolo di Dicembre 25, 2017Nessun commento

“Era prossimo il Natale, in tutta la sua onestà cordiale e gioconda era la stagione dell’ospitalità, dell’allegria, della franchezza di cuore. L’anno vecchio s’andava preparando, come un filosofo dell’antichità, a chiamarsi intorno gli amici, e a morire dolcemente fra il suono delle feste e dei conviti.” Charles Dickens, Il Circolo Pickwick, 1836

Siamo diretti verso un particolare edificio abbandonato, da esplorare e raccontare.
La meta è ormai vicina…eppure così lontana : i fiocchi di neve si fanno sempre più grossi e fitti. Spostarsi in inverno con l’auto lungo le sperdute strade polacche é difficoltoso, ma non ci scoraggiamo e proseguiamo nonostante il tempo pessimo e le temperature glaciali. In mezzo ad una tempesta di neve, fra gli alberi ghiacciati nella morsa dell’inverno, svetta un grande palazzo dalle finestre vuote e le facciate sporche.

La neve, che come zucchero si deposita sui tetti del palazzo d’Inverno, dona al quadro complessivo un’atmosfera surreale ma, allo stesso tempo, affascinante e fiabesca.
I nostri piedi sprofondano nella coltre bianca mentre ci dirigiamo verso l’ingresso principale del palazzo.
La pesante porta di legno sotto al piccolo portico si apre scricchiolando senza porre alcuna resistenza.
Ci ritroviamo presto immersi in una cupa oscurità fra le stanze di un palazzo spoglio e brutalmente saccheggiato dai suoi sfarzi e decori.

Particolare è il salone d’ingresso rotondeggiante, con una pomposa scala che sale al primo piano. Qui sopra si trova un ballatoio sormontato da una grande cupola con un lucernario. Purtroppo ferri battuti e stucchi sono scomparsi, come parte dei serramenti, dei pavimenti, delle stufe e camini che guarnivano il palazzo.
Restano stanze vuote e tristi, in parte senza identità, anche con molta fantasia non é facile immaginare come fosse un tempo questa triste dimora.

Il palazzo d’Inverno, infatti, conosciuto come “Palac w Tomaszowie Boleslawieckim”, era stato dimora di un ricco medico che fece costruire l’immobile nei primi del 1800. Ma degli sfarzi di un tempo, adesso, non resta che uno scheletro spolpato.

Il palazzo d’Inverno fu abbandonato nel 1993.
Passeranno ancora molti inverni ma le fiamme nei suoi camini non torneranno più a scoppiettare.

(Visited 39 times, 1 visits today)
Rating: 5.0/5. Dai voti5.
Attendere....

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.