Skip to main content
FRANCIA urbexREGGE e CASTELLI abbandonati

Sognando la Francia

Articolo di Gennaio 30, 2018Gennaio 10th, 2021Nessun commento

“Liberté, Égalité, Fraternité”

Lunga è la strada per arrivare a questo Castello abbandonato.
Dopo un viaggio interminabile, sognando la Francia e le sue meraviglie che ci aspettano, finalmente arriviamo davanti al possente cancello.Gli alberi dalle folte fronde nascondono la visione del Castello abbandonato.
Per entrare dobbiamo camminare a lungo costeggiando l’infinito muro del grande parco. Sul retro, in fondo c’é un buco nel muro che ci permette di entrare nel grande parco.

Un parco totalmente incolto.
Attraversare la grande foresta racchiusa fra le mura del parco si rivela un impresa tutt’altro che semplice. Seguiamo il sentiero fra la fitta vegetazione cosparso di pozzanghere fangose estremamente scivolose. Bisogna essere prudenti, ritrovarsi a gambe all’aria é un attimo.

Tra gli arbusti, svetta l’imponente castello abbandonato.
Parte della facciata laterale é crollata lasciando uno spaventoso squarcio.
Infangati entriamo da una finestra.
Gli interni presentano stanze parzialmente arredate con mobili e decorazioni “finte” come se fossero state girate alcune scene di un film.

Questo castello fu fatto costruire nel 1751 da Jean Baptiste Le Fort.
In quel periodo l’edificio aveva solo un piano.
Un secolo dopo la sua costruzione, nel 1853, la facciata è stata modificata da Charles Blin de Bourdon, con l’aggiunta di un secondo piano e di un frontone decorato  balaustre e abbaini.
Questa modifica purtroppo compromise l’armonia del progetto originale della facciata.

Il castello fu saccheggiato e occupato dalle truppe tedesche nel 1914 e purtroppo danneggiato dai bombardamenti durante la prima guerra mondiale. Dopo la guerra Visconte Bourdon Blin ripristinò il castello e lo diede a sua figlia la contessa di Lussac. Dopo la seconda guerra mondiale la proprietà è rimasta disabitata e fu venduta nel 1985 da un avvocato parigino. Purtroppo una parte dell’edificio è crollata alla fine degli anni ’90. La parte ancora in piedi è in uno stato di degrado.

(Visited 112 times, 1 visits today)
Rating: 4.4/5. Dai voti7.
Attendere....