urbex marche - ospedali abbandonati - ascosi lasciti - malato immaginarioL’ennesima storia di malagestione e di sperpero di soldi pubblici. Questo ospedale, anzi, ciò che ne è rimasto, sono la testimonianza di quanto la miopia politica e gli interessi personali vengano messi sistematicamente prima del bene pubblico.

Diamo prima qualche cenno storico su questa struttura: sorge in un sito, in mezzo ad un parco immenso, che ospitava un palazzo del 1800, passato poi alla provincia di Ancona che nel 1959 lo diede in gestione allo SMOM (Cavalieri del Sovrano Militare Ordine di Malta). Era famoso per essere un importantissimo centro pneumologico. Nel 1988, senza motivo apparente, si decide di chiuderlo, per poi ricominciare dieci anni dopo con dei lavori di ripristino, anche grazie ad una donazione della Lega del Filo d’Oro. Questi lavori non sono mai terminati, e ad oggi, un cantiere abbandonato si trova al posto di ciò che era il vecchio ospedale. Durante i lavori, una parte è stata abbattuta e sono state gettate le fondamenta per una ricostruzione…ovviamente mai avvenuta.

Il lato opposto è stato completamente ricostruito, è praticamente nuovo, sia all’interno che all’esterno, peccato che sia anche esso abbandonato e inizi a mostrare i segni delle vandalizzazioni e della mancata manutenzione. Questa parte non è mai stata usata, ed è comprensiva di ascensore, scale gommate, porte in metallo, il tutto in completo stato di abbandono.

Quanto denaro sia stato sperperato per costruire una cosa simile e lasciarla poi morire? Di certo qualche politicante locale ci si è comprato casa alle Maldive.

Il corpo centrale è stato in parte sventrato, e pochi sono i segni che testimoniano la sua funzione passata, essendo completamente vuoto.
Enormi stanzoni e scalinate con alcune sedie sui pianerottoli, e giusto una targa al piano terra, altro non ho trovato in questo enorme ammasso di cemento decrepito. A causa dei lavori incompiuti, alcune zone dei corridoi sono pericolose e presentano rischi di crollo.
In mezzo al bosco, all’altezza della strada che sale, si trova quella che era la camera mortuaria, ormai spoglia di tutto, con appena un lettino nell’ obitorio.

E’ un ospedale che meriterebbe di essere visitato, se non fosse pericolante, non perchè si tratti di un’esplorazione suggestiva o ricca di particolari, ma per avere un ulteriore spunto di riflessione sui tempi che stiamo vivendo e su che “razza di gentaglia“ci abbia amministrato finora.

AL.T.

Rating: 5.0/5. Dai voti3.
Attendere....
Alessandro Tesei
Alessandro Tesei
Fondatore ed admin di Ascosi Lasciti, creato per radunare alcuni tra i migliori esploratori urbani, da sempre innamorato dei luoghi dimenticati. Vincitore di numerosi premi internazionali in ambito documentaristico e reportaggistico. Si occupa essenzialmente di videomaking, fotografia e graphic design.

Entra nella discussione 2 Commenti

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.