Skip to main content
BORGHI, CONTRADE e VILLAGGI FANTASMASARDEGNA urbex

Pratobello e la sua resistenza non-violenta

Articolo di Aprile 19, 2019Aprile 19th, 2020Nessun commento

Nel 1969 il piccolo paese divenne famoso in tutta Italia per una delle più famose  rivolte popolari antimilitariste messe in atto col metodo della resistenza nonviolenta.

I fatti cominciarono nell’ Aprile del 1969 quando a Orgosolo si diffuse la notizia che nel vicino villaggio i militari avessero intenzione di realizzare un poligono fisso per le esercitazioni, agli allevatori che utilizzavano i pascoli comunali venne ordinato di sgomberare tutto.

Il 9 giugno dopo una serie di trattative fallite 3500 Orgolesi decisero di occupare pacificamente la località. Per una settimana, uomini, donne e bambini attuarono una protesta non violenta nei confronti dell’esercito italiano.

Le cronache locali la ricorderanno come la più grande sconfitta dell’esercito italiano. I militari dovettero lasciare il piccolo paese mettendo fine alla sua esistenza. Da allora il paesino è abbandonato. E’ divenuto un simbolo per i giovani, tanto che sulle sue pareti si possono trovare ancora oggi alcune scritte indipendentiste e bellissimi murales.

Oggi regna un bellissimo silenzio, una pace surreale.
L’utopia non si può toccare, ma si respira dalle mura diroccate del paese abbandonato indipendentista.

Grazie per averci seguito fino a qui.
Se ti è piaciuto visitare il paese abbandonato indipendentista e vuoi conoscere i più bei borghi abbandonati d’ Italia, clicca qui.
Se vuoi continuare a esplorare le bellezze dimenticate in Sardegna clicca qui.
Segui la nostra pagina Facebook per rimanere sempre aggiornato.

(Visited 134 times, 1 visits today)
Ancora da votare.
Attendere....