“Avere denaro è come essere bionde. È più divertente, ma non è vitale.”

Sono ben curate le siepi che circondano i giardini delle lussuose ville di questo elegante quartiere residenziale.
Ma c’è un parco diverso dagli altri: le siepi inselvatichite sono alte e lasciano intravedere i tetti di una grande villa, parzialmente ricoperti da rampicanti.
Incuriosito mi addentro nella proprietà, in evidente stato di abbandono.
Dopo la siepe mi si apre davanti un immenso parco che fa da cornice ad una grandissima villa che si riflette nelle acque stagnanti un un grande laghetto-fontana rettangolare con tante libellule e nifee in fiore.
Accanto all’edifico una grande piscina completamente trascurata.

Da una finestra aperta entro e sono nel cuore della dimora abbandonata. Il salone d’ingresso è altissimo e meraviglioso, con il suo bel scalone principale. Già mi vedo la padrona di casa salutare gli ospiti da lì. Ospiti che, ovviamente, non frequentano più la magione da anni, così come i proprietari hanno scelto di abbandonare tutto.
Questa prima stanza si estende per tutta l’altezza della villa ed è impreziosita da un soffitto stuccata. La scala conduce al corridoio del piano superiore che si affaccia verso il basso ed è illuminata da più finestre sui due lati.
Percorrendo la struttura, con tanta delusione, scopro che non ci sono più gli arredi ma nonostante questo, trovo una stanza molto particolare.
Trattasi di un salotto dalle tonalità rosa salmone, completamente tappezzato da moquette. C’è un grande angolo bar con un divanetto imbottito e tendaggi, camino e un tempo doveva esserci anche un impianto stereo incorporato nelle pareti che purtroppo è stato esportato. Si susseguono due grandi cucine, un “sacco” di stanze con guardaroba immensi e diversi bagni. Peccato la mancanza degli arredi che avrebbero dato un tocco di fascino in più a questo posto.

Dopo la visita, come sempre, indago sulla natura del luogo. Il vicinato mormora che questa dimora appartenga tutt’ora alla ricca Paris Hilton, che se n’è disinteressata. Fantasia o realtà?

Rating: 5.0/5. Dai voti2.
Attendere....
Jonathan Della Giacoma
Jonathan Della Giacoma
Classe '87 e svizzero, Jonathan è uno tra i più famosi autori nel campo "Urbex" e tra i più attivi nel progetto Ascosi Lasciti.
Attratto dalla storia, dalla bellezza estetica, dall'architettura, ha visitato edifici abbandonati in tutta europa.

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.