Il paese abbandonato che decidiamo di visitare durante questo viaggio è molto particolare.
Il suo nome è Geamana e si trova in Romania. Lo visitiamo il primo giorno, approfittando di una bella giornata di sole.
Raggiungiamo il villaggio, o meglio quello che ne rimane, tramite una tortuosa strada sterrata a tratti molto fangosa che mette a dura prova la tenuta della nostra piccola macchina a noleggio.
Lungo la strada incontriamo, all’inizio, casette di campagne che diventano con passare dei chilometri sempre più rade.

Dopo avere risalito la valle, eccolo, che appare di fronte noi.. il grande lago rosso.
Il paese di Geamana ha difatti la particolarità di essere stato quasi interamente sommerso per colpa di un lago tossico creato dall’uomo.
Il dramma di questo villaggio che un tempo occupava una fertile e soleggiata valle è iniziato nel 1977, quando l’allora dittatore Nicolae Ceausescu decise di dare inizio allo sfruttamento del vicino giacimento di rame di Rosia Poieni, in quegli anni il più grande d’Europa.
Da principio i residenti di Geamana immaginarono di ottenere qualche piccolo profitto dalla vicina miniera, ma purtroppo non fu così. Anzi. Il processo di estrazione produceva inevitabilmente ingenti quantità di rifiuti tossici, in particolare fanghi contenenti cianuro e altri metalli pesanti che devono essere adeguatamente trattati tramite costosi macchinari.

La cinica idea dell’ex dittatore fu quindi quella di stoccare i fanghi tossici, riversandoli direttamente nell’acqua.
E quale, se non la vicina valle di Geamana, poteva servire a tale scopo?
Nel 1980 tutti i terreni furono espropriati, fu costruita una grande diga di contenimento all’inizio della valle e fanghi tossici cominciarono a prendere il posto ai verdi campi coltivati. Alle circa 400 famiglie furono promessi nuovi fertili terreni ma in realtà furono spostate in città a più di 100km e ricevettero soltanto una piccola somma di denaro. Circa 20 dei 1000 abitanti della valle di un tempo, perlopiù anziani, hanno invece deciso di non spostarsi ma di costruire nuove abitazioni in un punto sempre più alto.
Come lo sfruttamento della miniera è proseguito negli anni, così il livello di questo surreale tossico lago. Ad oggi praticamente tutto il villaggio è stato sommerso, tranne il campanile della vecchia chiesa, un tempo il punto di alto, e le nuove abitazioni di chi ha deciso di restare in questo luogo dimenticato e per sempre macchiato. Anche il vecchio cimitero, che le autorità pochi anni fa avevano promesso agli ex occupanti del villaggio di spostare, giace ora sommerso vicino alla chiesa.

Ormai è questione di poco tempo che anche il campanile venga per sempre sommerso, ponendo così fine alla storia di Geamana.

Lorenzo Rosa (Lo Re)

Rating: 5.0/5. Dai voti4.
Attendere....
Ascosi Lasciti on Facebook
Ascosi Lasciti
Ascosi Lasciti
Il progetto di Ascosi Lasciti nasce nel 2010, dall'occhio astuto di Alessandro Tesei (giornalista d'assalto e regista di importanti reportage). Si sviluppa grazie alla maniacale cura di Davide Calloni, per poi prendere la sua forma finale con i ragazzi di SubwayLab. Il tema è l'abbandono di infrastrutture, trattato in tutti i suoi aspetti e ambiti. La sua forza? Un team eterogeneo di esploratori urbani, giornalisti e fotografi sparsi in tutta Italia e nel Mondo.

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.