Quello che vedremo oggi è un edificio molto conosciuto nel mondo delle esplorazioni urbane e culturale territorio.
Viene così chiamata, “Villa dei pavoni” per via del bellissimo arcobaleno dipinto dal via-vai dei pavoni che gironzolano nel parco.
Assieme a loro, si muovono nel territorio una moltitudine di persone, esploratori, fotografi e visitatori casuali. Nonostante ciò, la villa mantiene una buona parte dei bei tempi che furono.
La villa è una costruzione di inizi ‘900 ed il suo abbandono è databile circa agli ultimi decenni del secolo scorso. Si parla di uno spettro temporale tra il 1980 e gli anni ’90.

Ma passiamo alla sua esplorazione: essendo riuscito ad immortalare gli interni prima che iniziasse il “secondo round di pellegrinaggi”, trovare un accesso non fu così semplice.
Una volta dentro rimasi estasiato. I lasciti presenti mi fecero dubitare sull’effettivo abbandono dell’immobile! Calcinacci, crepe, crolli mi ricordarono di non aver sbagliato l’accesso.

Il pianterreno riserva un salone molto grande con uno strepitoso pianoforte, uno studio adibito a biblioteca ed un salotto, che, per la mancanza di luce, non sono riuscito a fotografare.
Salendo da una scalinata decorata si giunge al primo piano, nel quale ci attende lui: il famoso salone col divanetto giallo, scatto iconico dell’urbex (fotografi da tutta Europa sono giunti fin qui per ammirare questa bellezza), del quale ho trovato anche una rara foto d’epoca!
Entrando all’interno di questa splendida stanza ancor’oggi si respira un aria unica. Dai decori, al fine arredamento, fino ad arrivare allo spettacolare soffitto angelico.

Terminiamo la visita passando per la soffitta e per il primo piano, dove troviamo diverse stanze da letto, molto più che belle. Semplicemente intrise di ricordi nostalgici.

Rating: 4.5/5. Dai voti2.
Attendere....
Christian Goffi
Christian Goffi
Uno tra i più giovani esploratori urbani italiani e membro fondatore del gruppo "Dusty Secrets" assieme a Mauro Amoroso e Leonardo Fazio, Christian copre il territorio del centro nord italiano e si diletta ad esplorare nel sud Europa.

Entra nella discussione 2 Commenti

  • Avatar Bianca ha detto:

    Veramente una villa stupenda, e così ben conservata! Complimenti per le foto, catturano davvero al meglio l’atmosfera all’interno della villa!
    Tra l’altro pur essendo di Modena non avevo mai sentito parlare di questo luogo, molto interessante… mi chiedevo se fosse possibile ricevere, ovviamente in privato, informazioni più precise sulla sua localizzazione! Sono iscritta al vostro gruppo facebook, in caso, ma non ho trovato indicazioni relative alla villa

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.