Il “borgo dei due pozzi” è un bellissimo esempio di abitato medioevale le cui origini risalgono alla metà del XII secolo .

Questo piccolo borgo fantasma della Toscana, sconosciuto a molti, sembra essere dimenticato dalla storia; infatti le notizie che lo riguardano sono esigue. Anche la sua posizione, coperta da un boschetto, lo rende quasi invisibile ai viaggiatori poco attenti, come se volesse nascondersi per preservare la propria bellezza nel corso dei secoli.

Il villaggio, nonostante vari interventi, è rimasto fedele alla struttura originaria. Si articola a semicerchio intorno ad una piazza dove sono presenti due caratteristici pozzi e l’antica pieve; è talmente ben conservato che non dà l’impressione di essere un paese fantasma, ed è proprio questo aspetto ad alimentarne il fascino misterioso.

Per un avventore è immediato lasciarsi avvolgere dall’atmosfera magica evocata da questo luogo: sembra di trovarsi in una favola popolata da cavalieri e principesse, fate e maghi, e chiudendo gli occhi si possono immaginare le voci di mercanti, giullari o semplicemente di bambini intenti al gioco, abitanti di un tempo ormai lontano.

E no, non incute alcun timore questo borgo fantasma della Toscana, come invece accade solitamente per i posti disabitati e cadenti, anzi, la sensazione che ne proviene è avvolgente e confortevole.

**Questo luogo è proprietà privata ed è visitabile solo fino alla chiesa.

 

Vincenzo Bellini

L’obiettivo dell’esplorazione è toccare il fondo e la cima, toccare… per vedere se la porta si apre.

Noi di Ascosi Lasciti, con l’esplorazione urbana, ci spingiamo in luoghi talvolta pericolosi, per poterli raccontare. Come sempre, raccomandiamo di NON VISITARLI, ma di seguirci solo attraverso i nostri reportage.

Se questo borgo fantasma della Toscana ha ‘aperto lo stomaco’ della vostra curiosità e alimentato la voglia di esplorare virtualmente insieme a noi altri piccoli villaggi abbandonati, ecco un’ampia lista per categoria. Altrimenti cliccando qui si può esplorare virtualmente l’intera regione Toscana.

Per un aggiornamento quotidiano sulle nostre attività, basta seguirci sulla nostra pagina Facebook oppure sbirciare tutte le nostre foto migliori su Instagram.

Rating: 5.0/5. Dai voti2.
Attendere....
Ascosi Lasciti on FacebookAscosi Lasciti on Instagram
Ascosi Lasciti
Ascosi Lasciti
Il progetto di Ascosi Lasciti nasce nel 2010, dall'occhio astuto di Alessandro Tesei (giornalista d'assalto e regista di reportage). Si sviluppa grazie alla maniacale cura di David Calloni (amministratore) e Cristiano La Mantia (responsabile social), per poi prendere la sua forma finale con SubwayLab. Il tema è l'abbandono di infrastrutture, trattato in tutti i suoi aspetti. La sua forza? Un team eterogeneo di esploratori, giornalisti e fotografi sparsi in tutto il mondo.

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.