Skip to main content

Oggi parlerò di un palazzo storico abbandonato, dichiarato monumento nazionale nel 1902.
Utilizzato come caserma e in seguito, sede di un istituto commerciale, di un liceo scientifico, e più recentemente, di un liceo classico. La struttura sorge su una preesistente architettura rinascimentale, che rimase gravemente lesionata da un terremoto nel 1703. Nel 1989 una serie di crolli del solaio posero una seria questione di inagibilità. Gli alunni di una intera classe vennero evacuati, dopo che dal soffitto a lezione in corso, erano cominciati a piovere calcinacci. La Provincia promosse una istruttoria privata sulle condizioni del palazzo. Gli studi per i lavori di ristrutturazione iniziarono nel 1991 ma il progetto esecutivo venne approvato nel 1998 e divenne cantierabile nel 2002. I fondi vennero trovati soltanto l’anno seguente e i lavori presero il via nel 2005.

Un violento terremoto diede il colpo di grazia a questo palazzo storico abbandonato, da quel disastro ad oggi, versa in uno stato di totale incuria. I lavori di messa in sicurezza risalgono ormai a 11 anni fa e la stima economica dei lavori di ristrutturazione (mai iniziati), si aggira intorno ai 3 milioni e mezzo di euro. Lo stabile si sviluppa in più piani: è tutto congelato nel tempo. Alcune aule sono vuote, alcune presentano sedie e banchi accatastati. Lunghi corridoi accolgono armadi pieni di libri, all’interno di armadietti metallici pile di libretti di giustificazione/assenze, e antiche vetrine ospitano un gran numero di animali imbalsamati.
Un altrettanto antico mobile “nascosto” nel labirintico palazzo storico abbandonato, custodisce un gran numero di piccole teche contenenti svariate specie di insetti.
La vecchia scuola ha chinato la testa, si è piegata,ma non si è spezzata e ha tutto il desiderio di tornare al suo antico splendore. Ma la strada da percorrere è ancora lunga…

L’obiettivo dell’esplorazione è toccare il fondo e la cima, toccare… per vedere se la porta si apre.

Noi di Ascosi Lasciti, con l’esplorazione urbana, ci spingiamo in luoghi talvolta pericolosi, per poterli raccontare. Come sempre, raccomandiamo di NON VISITARLI, ma di seguirci solo attraverso i nostri reportage.

Se il palazzo storico abbandonato ha stuzzicato la vostra curiosità, ecco una lista di edifici storici abbandonati. Altrimenti perché non esplorare virtualmente i luoghi abbandonati dell’Abruzzo?

Per un aggiornamento quotidiano sulle nostre attività, basta seguirci sulla nostra pagina Facebook oppure sbirciare tutte le nostre foto migliori su Instagram.

(Visited 99 times, 1 visits today)
Rating: 5.0/5. Dai voti4.
Attendere....

Join the discussion One Comment

  • ANTONIO IACHINI ha detto:

    LAVORO DI NOTEVOLE INTERESSE ED IMPATTO TRASCENDENTE.
    PARTICOLARE SENSIBILITA’ AL BELLO E ALLA MALINCONICA PRESA DI COSCENZA DI QUANTO SI PERDA IN QUESTO CAMPO.
    ANTONIO IACHINI, ARCHITETTO DI PESCARA.
    PROVENIENZA MINISTERO BENI CULTURALI E AMBIENTALI.
    LIBERO PROFESSIONISTA.
    CHIEDO CONTATTO CON CHRISTIAN CATINELLO
    3927823232
    GRAZIE

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.