<<Castelli “da favola”? Si, se si tratta di fiabe horror”>>
Tra le oltre mille (ri)scoperte di posti abbandonati fatte in giro per l’Europa dagli urbex, c’è una categoria di edifici abbandonati, forse i più amati, che volevamo da tempo raccogliere per voi in un’unica grande classifica. Sono tutti quei manieri fortificati, affrescati, storici, dove han vissute famiglie nobiliari, ricchi borghesi ed eccentrici ereditieri. Tutti rigorosamente fatiscenti.
Credetemi se vi dico che raccoglierli nella classifica dei “castelli abbandonati più belli in Europa” non è stata affatto facile. Non è stato semplice trovarli, riuscire a documentarvisi, ma è stato difficile persino selezionarli. Ecco che quindi abbiamo deciso di raccogliere una “top ten” sulla base di un termine più meritocratico: l’apprezzamento del pubblico, sia in termini di votazione (a proposito, in fondo all’articolo potete esprimere la vostra preferenza su una scala di 5 stelle) sia sulla base dei numeri di visualizzazione.

Senza dilungarci in troppe chiacchiere, ecco dunque la lista dei castelli abbandonati più amati in tutta Europa. Piccola anticipazione di questa ipotetica sfida tra Stati? La Francia vince, ma l’Italia segue immediatamente:

10° posizione: FRANCIA

10) Le rovine del castello neo-gotico.  Apriamo con la Francia. Il castello attuale, fu costruito da un marchese e dalla sua sposa sul sito di un altro vecchio castello distrutto durante la guerra. La ricostruzione durò oltre 25 anni, ed ebbe lunga vita fino ai primi del ‘900 quando fu lasciato cadere alla malora.  (approfondisci qui)

9° posizione: BELGIO

9) Il Castello di Nottebohm. Tra i castelli abbandonati europei, questo sicuramente è uno dei più piccoli strutturalmente, ma anche uno fra i più bizzarri. Costruito nel 1908 dal Signor Nottebohm, nobile del posto, questo fantastico edificio venne abbandonato nel periodo post bellico della seconda Grande Guerra, dopo che la famiglia cadde in rovina per la pessima capacità di gestire il denaro. Nel corso della guerra il maniero fu abitato abusivamente da una famiglia tedesca. La bizzarra forma della struttura e le leggende che la circondano sono state d’ispirazione per il regista Tim Burton nella produzione di alcuni suoi film, in particolare “Miss Peregrine – la casa dei ragazzi speciali”. Approfondisci qui.

8° posizione: ITALIA

8) Castello rinascimentale. Questo castello é una precisa testimonianza del modo di vivere e della cultura dell’Ottocento. Fu costruito per volere di un conte torinese e venne edificato nelle campagne piemontesi.  Un tempo era circondato da un grande parco che includeva, a nord, un vasto bosco e , sulla facciata, uno splendido giardino all’Italiana con un ampio viale d’accesso. Al suo interno si nascondono stanze affascinanti in uno stato avanzato di degrado, dal gusto neogotico per la parte strutturale e dagli affreschi rinascimentali. (Per approfondire)

7° posizione: POLONIA

7) Il Castello del re. Fu costruito nei primi anni del XVI secolo e ampliato nel 1720. Tra i castelli abbandonati che vi mostriamo, questo ha più sembianze di un “grande palazzo”. Ma la sua grandezza sta in chi scelse di vivere tra le sue mura: a metà ‘700, il re di Prussia Federico il Grande vi si stabilì e, nel secolo successivo, il palazzo ospitò persino il Kaiser e l’imperatore austriaco. L’edificio fu confiscato e saccheggiato dai sovietici. (per approfondire)

6° posizione: SPAGNA

6) Il castello “cattolico”. L’edificio è costituito da un insieme di stili molto diversi. E’ stato di proprietà del governatore generale della Catalogna alla fine del XVI secolo, poi appartenne ai Conti di Santa Coloma e nel 1890 passò nelle mani di un politico finanziario. Quest’ultimo vi fece apportare grandi modifiche, prima di morire. Per volontà testamentaria, la proprietà fu destinata all’insegnamento. E’ stato quindi gestito dalle Scuole Pie fino al 2001, quando fu venduto ad un privato per essere convertito in un hotel di lusso, ma fu ben presto abbandonato. (approfondisci)

5° posizione: SCOZIA

5) Il Castello di Lady Mary. L’abbandono è datato 1968 ed è da ascrivere all’ultima delle tre famiglie proprietarie. Oggi il castelletto riposa, pericolante e recintato, tra campi coltivati e prati ben curati, ma è stato inghiottito dalla vegetazione spontanea. Il nome di Lady Mary, che per suo volere vennero fatti i maggiori lavori di ampliamento della magione, resta scolpito tra le mura del rudere: la classica leggenda popolare narra che sia proprio il fantasma della nobildonna a vagare ancora oggi tra le rovine dell’antica dimora, tra i campi e il bosco circostante. (approfondisci qui)

4° posizione: SVIZZERA

4) Il Castello abbandonato “per dispetto”: il proprietario era un eccentrico milionario che aveva acquistato il castello per ristrutturarlo e trasformarlo in un museo dove esporre la sua collezione privata di opere d’arte. Mandò una richiesta al comune e il sindaco non permise il progetto.
I due ebbero una terribile lite e il milionario dichiarò guerra al sindaco, decidendo per ripicca di lasciar crollare il simbolo del villaggio. Il castello fu presto abbandonato e sé. (approfondisci qui)

3° posizione: ITALIA

3) Il Castello arabeggiante. Tra i castelli abbandonati italiani non poteva mancare lui: Sammezzano. Posto ad una trentina di chilometri da Firenze, fu costruito nel 1605 dagli Ximenes d’Aragona e passò in eredità a Ferdinando Panciatichi che lo riprogettò. Alla fine degli anni ’90, dopo essere passato di mano in mano e aver visto molte aste andate vuote, fu venduto per 24 milioni ad una società inglese che voleva trasformarlo in un prestigioso albergo di lusso ma, infine, lo lasciò in stato di abbandono. L’impronta eclettica in stile moresco del complesso e ogni sala finemente decorata, che porta nomi fantastici quali “Sala degli Specchi, Bianca, dei Pavoni, dei Gigli, delle Stalattiti” rendono questo castello unico nel suo genere. Ad oggi l’edificio è chiuso e visitabile solo su prenotazione.  (vai all’articolo)

2° posizione: GERMANIA

2) Il castello neo-barocco: questo edificio si trova in un paesino piccolissimo non lontano dal mare e fu costruito da un nobile nel 1848 in stile neogotico su di un alto basamento, con un tetto piatto, merli e torri angolari. Nel 1902 il castello venne completamente ristrutturato in stile neo-barocco e sul lato nord orientale fu aggiunta un alta torre panoramica. Nel 1945 il castello fu espropriato dai nobili che vi abitarono per quasi cent’anni. Successivamente fu abitato da diverse famiglie e nel 1992 il palazzo fu venduto e partì un grande restauro che purtroppo, a causa della mancanza di finanziamenti, é in fase di stallo da anni. I vandali e il tempo hanno fatto il loro corso (approfondisci qui)

1° posizione a pari-merito: MALTA e FRANCIA

1) Selmun Palace. Chiudiamo la classifica dei castelli abbandonati con un doppio primo posto. La fortezza di Selmun, a Malta, fu voluta dal Monte della Redenzione degli Schiavi, un ente di beneficenza fondato nel 1607, durante il regno del Gran Maestro Alof, per finanziare il riscatto dei cristiani resi schiavi da ottomani o corsari barbareschi. Il palazzo, in seguito venne usato dai cavalieri dell’Ordine di San Giovanni come luogo per rilassarsi e cacciare conigli selvatici. Questa roccaforte, concepita per resistere agli assedi, è un fulgido esempio di architettura barocca. E dopo un periodo di abbandono è stata riadattata parzialmente ad Hotel. Sia l’albergo che il castello sono stati risistemati alla meno peggio, ed affittati da una produzione danese che ci sta girando un nuovo reality show. (approfondisci qui)

1) Madame Solitaire. Trattasi di un castelletto francese edificato nella seconda metà del 1800, al posto del pre-esistente antico castello. L’edificio, seppure non più curato, fu abitato per ultimo dalla solitaria e anziana proprietaria che ne occupò le stanze fino alla sua data di morte. Lo stile architettonico neo-rinascimentale esprime il massimo della sua bellezza nella bellissima scalinata in pietra, illuminata dalle altrettanto stupende vetrate al piombo, a cattedrale. Parrebbe che la causa di questo caos non sia deputabile ai soli sciacalli. Pare piuttosto che i proprietari fossero avvezzi ad accatastare patologicamente ricordi e oggetti ornamentali. Insomma, più che una passione, un’ossessione. Accumulatori seriali. (approfondisci qui)

Una panoramica europea dei più bei manieri fortificati merita un approfondimento sul tema. Guarda coi tuoi occhi tutti gli altri castelli abbandonati che abbiamo riscoperto nel mondo.

L’obiettivo dell’esplorazione è toccare il fondo e la cima, toccare… per vedere se la porta si apre.

Noi di Ascosi Lasciti ci spingiamo in luoghi pericolosi o inagibili per poterli raccontare. Come sempre, raccomandiamo di NON VISITARLI, ma di seguirci solo attraverso i nostri reportage. Per poter prendere parte attiva senza rischi a questa missione, iscriviti e supportaci sul nostro gruppo. Qui potrai trovare foto esclusive e materiale inedito, anche di altri castelli abbandonati e non solo.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre ultime esplorazioni, basta iscriverti al nostro nuovo canale Youtube oppure seguirci sulla nostra pagina Facebook, tra le più grandi community urbex in Italia, e sul nostro profilo Instagram, tra i più seguiti in tutto il mondo sul tema dell’abbandono edilizio.

Rating: 5.0/5. Dai voti5.
Attendere....
David Calloni on Facebook
David Calloni
David Calloni
Amministratore del progetto e coordinatore del team. Laureato all'università di Genova e all'università di Verona. Fotografo, scrittore freelance e autore di Libri, con il prezioso supporto degli infaticabili collaboratori di Ascosi Lasciti e del fondatore admin Alessandro.

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.