Skip to main content

Uno stabilimento industriale abbandonato: la perfetta sintesi tra archeologia industriale e sociologia contemporanea.

L’esplorazione di oggi si potrebbe snodare tra questi due argomenti, certamente di estremo interesse. Ci troviamo in quello che è probabilmente il complesso industriale abbandonato più esteso della Lombardia, circa 430.000 kmq all’epoca della massima estensione.

Una immensa fabbrica attiva in campo chimico, gioiello ormai svalutato dell’industria e del capitalismo italiano. Questo stabilimento industriale abbandonato fu fondato nel 1924, e rimase attivo fino alla fine degli anni ’80. Ad oggi i lavori di bonifica sono tutt’altro che in buono stato e l’area è diventa una sorta di far west urbano, contesa tra bande di ragazzini in cerca di facili avventure, ladri di metalli, writers, battaglioni di soldati con armi da soft-air e fotografi alla ricerca di nuove location.

Addentrarsi in questo stabilimento industriale abbandonato comporta quindi leggere direttamente nella realtà alcune pagine di sociologia che danno interessanti informazioni sulla società nella quale viviamo. Sui comportamenti dei giovani e sulle mode del momento. In questo che può essere considerato un vero parco giochi per gli urbexnauti è possibile trovare ancora di tutto. Immensi corridoi che dividono i vari nuclei produttivi, alte ciminiere, aree produttive dalla architetture più disparate, macchinari, documenti, angoli ricreativi, tubi, attrezzi e purtroppo anche sostanze pericolose (in alcuni locali si cammina letteralmente su un tappeto di pezzi di amianto caduti dal tetto).

Per non parlare delle decine di montagne di terra, alte come una casa e coperte da miseri teloni in plastica contenenti chissà quali sostanze. L’area è protetta da alte mura, ma varie vie di accesso sono state aperte e ad oggi resta una delle location più amata e visitata degli urbexnauti. Certo molto è stato portato via, molto è stato distrutto, imbrattato, deturpato, ma molto rimane. Le aree integre sono sempre meno, ma il fascino di questo posto resta ugualmente e gli spunti fotografici sono molteplici.

Le immagini che vedete in questo resoconto sono relative ad un’area che è meno della metà di quanto ad oggi è rimasto visitabile, e questa visita ha richiesto un intero pomeriggio. Lascio immaginare a voi quante altre cosa sono ancora da scoprire in questo posto. Non tutta la vasta area di questo stabilimento industriale abbandonato è ancora visitabile; una parte è stata recuperata, alcune zone sono inaccessibili, in quanto troppo malandate ed altre, come ad esempio le alte ciminiere, non sono visitabili perché sono state tolte le scale di accesso, forse per metterle in sicurezza o più probabilmente per vendere i metalli di cui erano composte.

Purtroppo anche questo posto sta subendo un lento ma costante sfacelo, pare che presto partiranno altri lavori di bonifica e di riqualificazione di alcune aree, mi auguro di riuscire a tornarci prima che sia troppo tardi, prima che il tempo e la mano dell’uomo cancellino definitivamente questa testimonianza di una Italia laboriosa e produttiva.

L’obiettivo dell’esplorazione è toccare il fondo e la cima, toccare… per vedere se la porta si apre.

Noi di Ascosi Lasciti ci spingiamo in luoghi pericolosi o inagibili per poterli raccontare. Come sempre, raccomandiamo di NON VISITARLI, ma di seguirci solo attraverso i nostri reportage. Per poter prendere parte attiva senza rischi a questa missione, iscriviti e supportaci sul nostro gruppo. Qui potrai trovare foto esclusive e materiale inedito.

Se questo stabilimento industriale abbandonato ha stuzzicato la tua curiosità, ecco una lista di fabbriche abbandonate. Altrimenti perché non esplorare virtualmente i luoghi abbandonati della Lombardia?

Per essere sempre aggiornato sulle nostre ultime esplorazioni, basta iscriverti al nostro nuovo canale Youtube oppure seguirci sulla nostra pagina Facebook, tra le più grandi community urbex in Italia, e sul nostro profilo Instagram, tra i più seguiti in tutto il mondo sul tema dell’abbandono edilizio.

(Visited 91 times, 1 visits today)
Rating: 5.0/5. Dai voti2.
Attendere....

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.