Skip to main content

Tratteremo di un intero istituto scolastico abbandonato. Per l’esattezza, non una, ma ben due importanti colonie adiacenti abbandonate, che hanno fatto la storia della regione.

Periodo di abbandono: una dal 1998, l’altra dai primi anni ’50 ad oggi.

vacanze in riviera

Due colonie abbandonate, due carcasse sulla riviera romagnola, due esempi di architettura razionalista. Vediamo la prima: la prima colona abbandonata fu realizzata nel 1939 e progettata dall’architetto Faludi. Vide la fine dei suoi giorni, e di seguito l’abbandono, a partire dal 1998. Naturalmente i regimi dittatoriali, presenti e passati, fanno sempre le cose “in grande”: occorre dimostrare la potenza e la supremazia, dunque l’istituto abbandonato in questione poteva ospitare circa 1500 bambini e 300 addetti al personale di servizio.
Aveva due grandi aree verdi, una lato-strada che risultava piantumata, l’altra lato-mare che era invece lasciata a prato. La struttura in sé era composta da due grandi corpi di fabbrica molto squadrati, uno destinato alle aree comuni e al personale, e l’altro ai dormitori. Ciò che subito si nota giungendo sul posto è la grande rampa frontale che permette l’accesso principale ai piani superiori del dormitorio. Gli spazi oggi sono vuoti e vandalizzati, ma rimangono soggetti fantastici da immortalare fotograficamente.

Per vedere la seconda colonia deserta che compone questo istituto abbandonato, bisogna però che aspettiate il prossimo articolo, sempre qui, su Ascosi Lasciti.

L’obiettivo dell’esplorazione è toccare il fondo e la cima, toccare… per vedere se la porta si apre.

Noi di Ascosi Lasciti ci spingiamo in luoghi pericolosi o inagibili per poterli raccontare. Come sempre, raccomandiamo di NON VISITARLI, ma di seguirci solo attraverso i nostri reportage. Per poter prendere parte attiva senza rischi a questa missione, iscriviti e supportaci sul nostro gruppo. Qui potrai trovare foto esclusive e materiale inedito.

Se questo istituto abbandonato ha stuzzicato la tua curiosità, ecco una lista di colonie abbandonate. Altrimenti perché non esplorare virtualmente i luoghi abbandonati dell’Emilia-Romagna?

Per essere sempre aggiornato sulle nostre ultime esplorazioni, basta iscriverti al nostro nuovo canale Youtube oppure seguirci sulla nostra pagina Facebook, tra le più grandi community urbex in Italia, e sul nostro profilo Instagram, tra i più seguiti in tutto il mondo sul tema dell’abbandono edilizio.

(Visited 467 times, 1 visits today)
Rating: 5.0/5. Dai voti3.
Attendere....