Skip to main content

Ci troviamo tra le colline abruzzesi in una costruzione ormai fantasma, un night club abbandonato, circondata da un’alta vegetazione.
Questo edificio storico venne costruito intorno al 1960 per ospitare le persone, soprattutto i ragazzi in difficoltà nel dopoguerra e che poi diventò un vero e proprio centro di accoglienza. Il tutto era gestito da un parroco che, avendo a cuore questi giovani, fece di tutto per toglierli dalla strada, farli studiare e creargli un’occupazione stabile.

Negli anni novanta venne data una seconda vita a questa struttura ormai in disuso: una parte del complesso venne adattato come discoteca.
Ad accoglierci all’ingresso troviamo un’ampia stanza ovale, sormontata da un tendone verde che ricorda quello di un circo.
Oggi al suo interno non rimane un granché se non stanze semivuote, divani colorati e tavolini sparsi in ogni angolo.
Il night club abbandonato accolse molti cantanti, speakers e deejay italiani di spicco negli anni 90.

Tra i tanti ospiti che presero parte alle serate, le persone del posto ricordano ancora con piacere nell’estate del 1998 quando Gigi D’Agostino fece ballare tutti fino all’alba con la sua musica dance.
All’esterno troviamo un angolo bar e un’ampia piscina ampiamente usata per i “pool party” negli anni 2000 e che oggi purtroppo rispecchia la decadenza dell’intera struttura.

L’obiettivo dell’esplorazione è toccare il fondo e la cima, toccare… per vedere se la porta si apre.

Noi di Ascosi Lasciti ci spingiamo in luoghi pericolosi o inagibili per poterli raccontare. Come sempre, raccomandiamo di NON VISITARLI, ma di seguirci solo attraverso i nostri reportage. Per poter prendere parte attiva senza rischi a questa missione, iscriviti e supportaci sul nostro gruppo. Qui potrai trovare foto esclusive e materiale inedito.

Se questo night club abbandonato ha stuzzicato la tua curiosità, ecco una lista di discoteche abbandonate. Altrimenti perché non esplorare virtualmente i luoghi abbandonati dell’Abruzzo?

Per essere sempre aggiornato sulle nostre ultime esplorazioni, basta iscriverti al nostro nuovo canale Youtube oppure seguirci sulla nostra pagina Facebook, tra le più grandi community urbex in Italia, e sul nostro profilo Instagram, tra i più seguiti in tutto il mondo sul tema dell’abbandono edilizio.

(Visited 12 times, 1 visits today)
Rating: 5.0/5. Dai voti4.
Attendere....

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.