Skip to main content

Riposa ai margini della città il vecchio cimitero di Viggiù, un camposanto abbandonato, protetto da un muro alto ma piagato dall’età e da un cancello arrugginito che però continua a fare da guardia.

Costruito all’inizio dell’800 il cimitero offre una importante testimonianza di quella che fù l’arte funeraria della Lombardia del XIX secolo e della commistione di culture ed influenze d’oltralpe che raggiunsero l’Italia nell’800.

Stiamo parlando di un vero cimitero romantico, luogo non solo atto alla sepolture dei defunti, ma anche un posto in cui i vivi potevano passeggiare tra le lapidi, ricordando le storie dei trapassati, portando fiori, sussurrando preghiere. Un luogo dove la natura faceva da padrona e da intermediaria facilitando la ricongiunzione tra la vita a la morte.

Importanti a livello storico e artistico sono anche le statue presenti all’intero del camposanto abbandonato che dalla sua creazione e fino al 1912, anno della sua chiusura, adornarono molte tombe del cimitero. Viggiù nell’800 era infatti il cuore di zona ricca di cave, e l’arte di scolpire la pietra era molto ben conosciuta dai maestri scalpellini della zona. Fortunatamente molte di queste statue furono messe in salvo ed ora si trovano in vari musei locali, mentre nel camposanto abbandonato rimane un grosso angelo in preghiera, qualche piccolo puntino che legge e la statua di Adalgisa Cremaschi, che accoglie i visitatori all’ingresso del cimitero e sembra seguirli con lo sguardo ovunque essi vadano.

Un’alta particolarità di questo camposanto abbandonato è la ricchezza di lapidi e sculture recanti simboli distanti dalla trazione iconografica cattolica ed anche da quella classica, che spesso ricorre nell’arte cimiteriale. Come spiega la Professoressa Francesca Nicodemi – nel suo lavoro intitolato “Il cimitero vecchio di Viggiù” – questi simboli sono da ascrivere all’antica e forte presenza nella zona della Muratoria Massonica a dei maestri Comacini. Questo fatto dona al cimitero anche una valenza di matrice mistica, che viene definito dalla professoressa “giardino esoterico”.

Un luogo di memorie il vecchio camposanto abbandonato di Viggiù, un luogo dove le storie del passato ritornano a galla scritte sulla pietra di una lapide, sussurrate da fotografie scolorite del tempo, portate a galla da croci di ferro ed altre di legno che sfidano le intemperie ed il tempo. Altre storie sono poi tramandate dai vecchi ed imponenti tigli, ognuno recante una targhetta in memoria di un caduto locale della Prima guerra mondiale, ognuno che ombreggia il cimitero anche nelle giurante di sole più forte, mantenendone costante l’atmosfera di cupo romanticismo.

Questo tesoro di memorie per fortuna non giace totalmente abbandonato, ci sono comitati della zona che sto stanno battendo  per una futura rivalutazione del luogo, ed in rari casi ne rendono possibile la visita. Un evento fisso è quello del 2 novembre, quando il cimitero si accende di migliaia di lumini rossi si tengono dei recital in memoria dei defunti, giusto per non permettere che le storie di coloro che riposano sulla collina vengano dimenticate.

L’obiettivo dell’esplorazione è toccare il fondo e la cima, toccare… per vedere se la porta si apre.

Noi di Ascosi Lasciti ci spingiamo in luoghi pericolosi o inagibili per poterli raccontare. Come sempre, raccomandiamo di NON VISITARLI, ma di seguirci solo attraverso i nostri reportage. Per poter prendere parte attiva senza rischi a questa missione, iscriviti e supportaci sul nostro gruppo. Qui potrai trovare foto esclusive e materiale inedito.

Se questo camposanto abbandonato ha stuzzicato la tua curiosità, ecco una lista di cimiteri abbandonati. Altrimenti perché non esplorare virtualmente i luoghi abbandonati della Lombardia?

Per essere sempre aggiornato sulle nostre ultime esplorazioni, basta iscriverti al nostro nuovo canale Youtube oppure seguirci sulla nostra pagina Facebook, tra le più grandi community urbex in Italia, e sul nostro profilo Instagram, tra i più seguiti in tutto il mondo sul tema dell’abbandono edilizio.

(Visited 1.053 times, 2 visits today)
Rating: 5.0/5. Dal voto1.
Attendere....

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.