Skip to main content

L’ennesima villa in stato di abbandono.

Parcheggiamo l’auto in una di quelle piazzette semi deserte, in uno di quei piccoli paesini di campagna francesi. Già nella piazza, una casa su due é in vendita o in stato di degrado. Ma il luogo che interessa a noi é poco fuori il paese, lungo una stradina sterrata di campagna.

Ben nascosta dalla vegetazione, questa villa in abbandono sbuca qua e là da rampicanti e rovi; raggiungere la porta d’ingresso aperta é una grande impresa.
All’interno ci accoglie molto disordine, purtroppo i ladri sono già passati trafugando il meglio ma nonostante tutto restano ancora belle stanze e molti oggetti che raccontano la vita passata di chi ci viveva un tempo.
Al piano terra, la cucina, una graziosa sala da pranzo con un pianoforte, un salotto e la biblioteca, mentre al primo piano ci sono numerose camere da letto.
Sulla scrivania della biblioteca un album, sfogliandolo ci sono numerosi articoli di giornale e fotografie incollate alle pagine, parlano della signora che viveva in questa casa: Madame Vallery.

Aveva tante passioni, dipingeva paesaggi fra gli anni ’50 e ’60, espose in diverse gallerie d’arte, persino a Parigi, vendendo anche diversi dipinti. Molti quadri sono ancora alle pareti delle stanze della villa in abbandono. Nel tempo libero si rifugiava spesso nella biblioteca fra le vetrine colme di libri antichi a leggere e scrivere. Donna di fede, frequentava spesso la chiesa, le processioni in paese e in un cassetto della scrivania, molte le foto di cappelle e cimiteri della zona, ma anche scatti che illustrano momenti di vita quotidiana e mondana. Non mi é noto se Madame Vallery fosse sposata e avesse figli, ma le dimensioni della dimora con le sue numerose stanze fa supporre di sì.
Nel corridoio del piano superiore ci sono numerose vetrine colme di una grande collezioni di fossili, coralli, minerali e pietre; sicuramente anche questo era un passatempo della padrona di casa.

Ogni stanza di questa villa in abbandono, nel suo silenzio, rivela i suoi segreti e le sue storie affascinanti. Non si trovano notizie sull’abbandono effettive dell’edificio ma le condizioni del giardino parlano da sole; forse occorre cercare la lapide di Madame Vallery per trovare le risposte necessarie.

L’obiettivo dell’esplorazione è toccare il fondo e la cima, toccare… per vedere se la porta si apre.

Noi di Ascosi Lasciti ci spingiamo in luoghi pericolosi o inagibili per poterli raccontare. Come sempre, raccomandiamo di NON VISITARLI, ma di seguirci solo attraverso i nostri reportage. Per poter prendere parte attiva senza rischi a questa missione, iscriviti nostro gruppo, oppure, se l’impegno che vuoi prestare è maggiore, supportaci e tesserati alla nostra associazione. Potrai beneficiare di contenuti esclusivi e materiale inedito.

Se questa villa in abbandono ha stuzzicato la tua curiosità, ecco una lista di ville abbandonate. Altrimenti perché non esplorare virtualmente i luoghi abbandonati della Francia?

Per essere sempre aggiornato sulle nostre ultime esplorazioni, basta iscriverti al nostro nuovo canale Youtube oppure seguirci sulla nostra pagina Facebook, tra le più grandi community urbex in Italia, e sul nostro profilo Instagram, tra i più seguiti in tutto il mondo sul tema dell’abbandono edilizio.

(Visited 116 times, 2 visits today)
Rating: 4.6/5. Dai voti10.
Attendere....

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.