Skip to main content

Nel mezzo di una strada provinciale che taglia in due uno stupendo borgo marchigiano, appare come un fulmine a ciel sereno questo palazzo nobiliare, in avanzato stato di abbandono. O meglio, lo è solo la parte nobile.

Come spesso succede, nel tempo, i palazzi signorili vengono divisi per creare più moderni e gestibili appartamenti, o zone indipendenti.

Nel nostro caso possiamo dire che il piano nobile sia stato abbandonato da parecchi anni, e pur non trovando calendari, a giudicare da riviste e giornali potremmo ipotizzare dalla metà degli anni ’80 del secolo scorso. La parte del palazzo che è stata divisa per creare degli appartamenti è stata invece abbandonata dopo un’ordinanza comunale per inagibilità a causa del terremoto del 2016. Un vero peccato contando la quantità di affreschi che possiamo trovare, insieme a vecchia documentazione e una libreria appesantita dalla polvere.

L’edificio è stato costruito alla fine del XVIII secolo e cercando informazioni in un catasto datato fine 1800, risulta di proprietà di una nobile famiglia della zona. Originario di questa stessa famiglia, nella seconda metà del ‘700, ci fu uno dei più grandi geologi e naturalisti Italiani.
A noi però non è dato sapere se il palazzo sia ancora della stessa proprietà di allora. Non abbiamo sufficienti informazioni nemmeno per capire a chi appartiene la parte ristrutturata con gli appartamenti. Chi può dirlo!?
Nel mentre che queste domande senza risposta affollano la mia mente, lascio “la parola” alla bellezza decadente di questa piccola perla marchigiana con il mio set fotografico.

Qui invece potete ammirare il video dell’esplorazione:

Se questo palazzo nobile ha stuzzicato la tua curiosità, ecco una lista di palazzi abbandonati. Altrimenti perché non esplorare virtualmente i luoghi abbandonati delle Marche?

L’obiettivo dell’esplorazione è toccare il fondo e la cima, toccare… per vedere se la porta si apre.
Noi di Ascosi Lasciti ci spingiamo in luoghi pericolosi o inagibili per poterli raccontare. Come sempre, raccomandiamo di NON VISITARLI, ma di seguirci solo attraverso i nostri reportage. Per poter prendere parte attiva senza rischi a questa missione, iscriviti al nostro gruppo, oppure, se l’impegno che vuoi prestare è maggiore, supportaci e tesserati alla nostra associazione. Potrai beneficiare di contenuti esclusivi e materiale inedito.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre ultime esplorazioni, basta iscriverti al nostro nuovo canale Youtube oppure seguirci sulla nostra pagina Facebook, tra le più grandi community urbex in Italia, e sul nostro profilo Instagram, tra i più seguiti in tutto il mondo sul tema dell’abbandono edilizio.

(Visited 2.492 times, 1 visits today)
Rating: 4.2/5. Dai voti5.
Attendere....