Skip to main content

La “Haus Der Offiziere” (letteralmente Casa degli Ufficiali), conosciuta anche come la “Città Proibita” o la “Piccola Mosca”, è un grande complesso militare situato a Wünsdorf, una piccola città non lontano da Berlino. La città era il quartier generale delle forze sovietiche nella Germania Est, ed era la più grande base militare in Europa. Questo complesso, abbandonato dal 1994, ospitava gli ufficiali dell’esercito.

La storia di questo luogo inizia nel 1910, quando fu avviata la costruzione di un campo di addestramento militare. Nel 1914, pochi anni dopo gli spartani alloggi per i soldati, veniva edificato anche il complesso che diventerà la “Haus Der Offiziere”, inizialmente adibito a scuola militare e centro di addestramento sportivo. Durante la prima guerra mondiale, Wünsdorf divenne il quartier generale del Reichswehr, l’esercito tedesco, non a caso gli alti ufficiali presero possesso della scuola militare trasformandola in loro residenza. Finita la guerra l’ex scuola fu utilizzata per gli allenamenti dalla squadra tedesca in vista dei giochi olimpici del 1936.

Tutto cambiò drasticamente nel 1945 quando la città fu occupata dall’Armata Rossa. I sovietici trasformarono Wünsdorf in una città chiusa che divenne il più grande campo militare sovietico fuori dai confini dall’URSS. Una fornitura giornaliera tramite un collegamento ferroviario diretto da Mosca, permise alla città di isolarsi dalle aree circostanti, avendo i propri negozi sempre riforniti. A Wünsdorf non mancava nulla e gli abitanti dei poveri villaggi vicini spesso si recavano ai confini della città per acquistare a basso prezzo generi di prima necessità.
La Haus Der Offiziere divenne la residenza degli alti ufficiali sovietici. Essa era certamente la zona più elegante della città e una grande statua di Lenin fu eretta fra l’edificio principale e il grande campo dove si svolgevano le celebrazioni e le parate. Ovviamente ai comuni abitanti di Wünsdorf non era permesso entrare e godere dei lussi che avevano i sovietici.

Wünsdorf cambiò di nuovo nel 1994 quando i sovietici lasciarono la regione. Essi erano così numerosi che la loro partenza provocò la caduta della popolazione locale da circa 60.000 a 6.000 persone. Molti edifici ex sovietici furono lasciati abbandonati e sono tutt’oggi in vendita.

Anche la “piccola Mosca” fu abbandonata, ma fortunatamente è stata conservata e oggi è custodita, in attesa di futuri progetti di sviluppo. La statua di Lenin è ancora nella sua posizione originale ed è una delle poche statue che sopravvivono ancora fuori dalla Russia.

Se la piccola Mosca ha stuzzicato la tua curiosità, ecco una lista di aree militari abbandonate. Altrimenti perché non esplorare virtualmente i luoghi abbandonati della Germania?

L’obiettivo dell’esplorazione è toccare il fondo e la cima, toccare… per vedere se la porta si apre.
Noi di Ascosi Lasciti ci spingiamo in luoghi pericolosi o inagibili per poterli raccontare. Come sempre, raccomandiamo di NON VISITARLI, ma di seguirci solo attraverso i nostri reportage. Per poter prendere parte attiva senza rischi a questa missione, iscriviti al nostro gruppo, oppure, se l’impegno che vuoi prestare è maggiore, supportaci e tesserati alla nostra associazione. Potrai beneficiare di contenuti esclusivi e materiale inedito.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre ultime esplorazioni, basta iscriverti al nostro nuovo canale Youtube oppure seguirci sulla nostra pagina Facebook, tra le più grandi community urbex in Italia, e sul nostro profilo Instagram, tra i più seguiti in tutto il mondo sul tema dell’abbandono edilizio.

(Visited 516 times, 4 visits today)
Rating: 5.0/5. Dal voto1.
Attendere....