Skip to main content

Chi non si ricorda del suo tendone bianco e giallo, e del trio di capitani, Meo, Pery e l’Ebreo? Impossibile dimenticarlo questo discopub abbandonato … chi non si è fatto trascinare dai suoi ritmi e dalla magia che ti entrava dentro e ti faceva lasciare tutto il mondo fuori? Luogo di culto per la musica afro, nasce nella notte di San Lorenzo del 1980 e chiude nel 2000. Locale storico della riviera, il Melody Mecca era un mito che molti ragazzi inseguivano arrivando anche dalle regioni vicine, facendosi chilometri su chilometri per passare la serata qui, qualcuno poi decideva di accamparsi per la notte poco lontano.

Il discopub oggi abbandonato era principalmente all’aperto, formato da una struttura di metallo con il famoso tendone bianco e giallo, dall’atmosfera esotico-orientale che è stato un must dagli anni Ottanta, 20 anni della migliore musica afro-funky, famoso in tutta Italia e in Europa. Inizialmente aperta solo in estate, dal 1985 ha iniziato ad aprire tutto l’anno con molti eventi ogni mese. Dal 2000 versa in stato di completo abbandono.

Queste foto risalgono al 2014. Del bar esterno è rimasto solo il bancone, e i muri intorno sono tutti pieni di dediche, di persone che sono passate di lì e hanno voluto lasciare un ricordo. Il Melody Mecca è stato molto amato da coloro che lo hanno frequentato, e ci sono molti gruppi sui social di persone che si cercano e cercano materiale, vecchie fotografie e video per ricordare quegli anni e questo luogo con gadget, magliette ricordo e compilation. Ma qui la storia prende un’altra strada…

Se questo discopub abbandonato ha stuzzicato la tua curiosità, ecco una lista di discoteche abbandonate. Altrimenti perché non esplorare virtualmente i luoghi abbandonati dell’Emilia Romagna?

L’obiettivo dell’esplorazione è toccare il fondo e la cima, toccare… per vedere se la porta si apre.
Noi di Ascosi Lasciti ci spingiamo in luoghi pericolosi o inagibili per poterli raccontare. Come sempre, raccomandiamo di NON VISITARLI, ma di seguirci solo attraverso i nostri reportage. Per poter prendere parte attiva senza rischi a questa missione, iscriviti al nostro gruppo, oppure, se l’impegno che vuoi prestare è maggiore, supportaci e tesserati alla nostra associazione. Potrai beneficiare di contenuti esclusivi e materiale inedito.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre ultime esplorazioni, basta iscriverti al nostro nuovo canale Youtube oppure seguirci sulla nostra pagina Facebook, tra le più grandi community urbex in Italia, e sul nostro profilo Instagram, tra i più seguiti in tutto il mondo sul tema dell’abbandono edilizio.

(Visited 636 times, 1 visits today)
Ancora da votare.
Attendere....