Skip to main content

Il monastero Antoinette si trova nel distretto belga di Liegi, nel centro di una piccola città sulle rive di un fiume. Sorto a fine ‘800 convertendo un vecchio castello di cui oggi non rimane traccia, dal 2008 di trova in uno stato di abbandono e rovina. Fu utilizzato dalle suore Carmelitane francesi e occupato dalle truppe tedesche durante la seconda guerra mondiale.

Questo monastero è una location abbastanza conosciuta e visitata dalla comunità urbex. Come conseguenza, come spesso accade, ciò ha anche attirato durante gli anni numerosi vandali e ladri che hanno devastato quasi tutti gli ambienti.
Durante un viaggio in Belgio mirato a location industriali, di cui il Paese ne è ricco, decido comunque di effettuare una sosta in questo luogo, al fine di fotografare un ambiente ancora speciale di questo ex monastero.
L’entrata al complesso religioso non richiede nessuno sforzo e quello che colpisce subito è la rigogliosa vegetazione che piano piano sta ricoprendo ogni muro e ogni cosa nei giardini. Complice forse la pioggia nella notte, tutto appare in mille brillanti tonalità di verde e giallo.

Il monastero è molto vasto e purtroppo gli interni sono privi di spunti fotografici: tutto è devastato e scritte ricoprono quasi tutti i muri. La chiesa, un tempo molto curata, al suo interno è anch’essa irriconoscibile.
La nostra attenzione si concentra tuttavia sulla ricerca del giardino segreto del monastero, ovvero un piccolo cortile interno al centro del quale sorgeva una croce. Le aspettative non sono deluse: il giardino si presenta a noi con brillanti colori verdi e una moltitudine di diverse piante che crescono rigogliose, sulla croce, sui muri, sulle finestre.
Sembra un piccolo luogo incantato, una realtà parallela alla devastazione che regna attorno. Felici di aver potuto godere di questo spettacolo ci spostiamo verso la location successiva, con la speranza di poter tornare ad ammirare il cambiamento dei colori e della vegetazione con il cambiare delle stagioni.

Se il giardino segreto di questo monastero dimenticato ha stuzzicato la tua curiosità, ecco una lista di edifici religiosi abbandonati. Altrimenti perché non esplorare virtualmente i luoghi abbandonati del Belgio?

L’obiettivo dell’esplorazione è toccare il fondo e la cima, toccare… per vedere se la porta si apre.

Noi di Ascosi Lasciti ci spingiamo in luoghi pericolosi o inagibili per poterli raccontare. Come sempre, raccomandiamo di NON VISITARLI ma di seguirci solo attraverso i nostri reportage. Per poter prendere parte attiva senza rischi a questa missione, iscriviti al nostro gruppo, oppure, se l’impegno che vuoi prestare è maggiore, supportaci e tesserati alla nostra associazione. Potrai beneficiare di contenuti esclusivi e materiale inedito.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre ultime esplorazioni, basta iscriverti al nostro nuovo canale Youtube oppure seguirci sulla nostra pagina Facebook, tra le più grandi community urbex in Italia, sul nostro profilo Instagram, tra i più seguiti in tutto il mondo sul tema dell’abbandono edilizio ed il neo-nato profilo tiktok.

(Visited 113 times, 1 visits today)
Rating: 5.0/5. Dai voti2.
Attendere....