Skip to main content

In un vecchio deposito dimenticato facciamo una scoperta curiosa, tre motoslitte abbandonate da tempo.
Le motoslitte sono state utilizzate nel 1966 per una spedizione scientifica in Antartide, questi veicoli servivano la base Baudouin, fondata come parte della Missione Antartica Belga-Olandese 1957-1967. L’avamposto fungeva da osservatorio geofisico e base operativa per l’esplorazione geografica e geologica, nonchè per la mappatura delle aree costiere e montuose.

L’idea di creare una base belga in Antartide, venne inizialmente nel 1957 grazie all’esploratore Gaston de Gerlache e con il sostegno della famiglia reale belga, il sogno si tramutò molto presto in realtà.
Il team di partenza era composto da 18 persone, tra cui il principe Antoine de Ligne, ex pilota della Royal Air Force Belga reduce della Seconda Guerra Mondiale, il quale ora prestava servizio come pilota di elicotteri durante i voli di ricerca.
Nel corso dei due anni successivi, altre due spedizioni furono inviate in Antartide. Lo scopo principale era ottenere informazioni nel campo dell’oceanografia e dell’idrografia. Dopo la chiusura della base nel 1971, tutti i fondi governativi per la ricerca antartica furono sospesi.
In questo deposito troviamo tre motoslitte abbandonate Sno-Cat Type 743S. Questo tipo di gatto delle nevi viene ancora utilizzato oggi nella ricerca artica e antartica. Inizialmente, c’era ancora una flebile speranza che queste macchine potessero essere utilizzate in future spedizioni. Questi mezzi hanno quattro set di cingoli montati in modo indipendente, il che li distingue dagli altri tipi di motoslitte, inoltre il colore arancione acceso per una maggiore visibilità nelle aree innevate.

Indiscrezioni narrano che il proprietario del deposito abbia custodito i veicoli per anni dopo il loro ritorno dalla zona di esplorazione, avviando i motori di tanto in tanto e facendo piccole manutenzioni. Quando è diventato ovvio che non sarebbero più tornati in servizio, sono stati lasciati a raccogliere polvere, passando dalle nevi dell’Antartide all’oblio. Altri veicoli di questa spedizione sono conservati in musei in Inghilterra, Nuova Zelanda e negli Stati Uniti.

Se queste motoslitte abbandonate hanno stuzzicato la tua curiosità, ecco una lista di depositi dismessi. Altrimenti perché non esplorare virtualmente altri luoghi abbandonati in Belgio?

L’obiettivo dell’esplorazione è toccare il fondo e la cima, toccare… per vedere se la porta si apre.
luoghi che noi di Ascosi Lasciti esploriamo e documentiamo, seppure omettendone volutamente alcune informazioni a fini di tutela, spesso risultano pericolosi o inagibili: raccomandiamo di NON VISITARLI autonomamente, ma di seguirci solo attraverso i nostri reportage. Per prendere parte attiva senza rischi a questa missione, iscriviti al nostro gruppo, oppure, se l’impegno che vuoi prestare è maggiore, supporta l’associazione omonima tesserandoti. Potrai beneficiare di contenuti esclusivi e materiale inedito.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre ultime esplorazioni, basta iscriverti al nostro nuovo canale Youtube oppure seguirci sulla nostra pagina Facebook, tra le più grandi community urbex in Italia, sul nostro profilo Instagram, tra i più seguiti in tutto il mondo sul tema dell’abbandono edilizio ed il neo-nato profilo tiktok.

(Visited 247 times, 1 visits today)
Rating: 5.0/5. Dai voti2.
Attendere....