Skip to main content

Negli anni Ottanta, era fatto piuttosto comune che gli imprenditori costruissero la propria abitazione a ridosso delle loro attività commerciali.
Vediamo un esempio di questo connubio nell’esplorazione che vi portiamo oggi, dove una fabbrica di manifattura tessile condivideva il terreno con la villa del suo proprietario, ad oggi entrambe abbandonate.

Quest’azienda era specializzata nella produzione di moquette e altri prodotti tessili per la casa, come zerbini, tappeti, tende e rivestimenti per divani.
Nonostante le sue dimensioni non fossero particolarmente imponenti, contava solamente una quindicina di dipendenti, rappresentava un punto di riferimento nel territorio del Polesine per chi desiderava impreziosire abitazioni o uffici con prodotti di qualità.
Fino agli inizi degli anni 2000, l’azienda prosperava, ma poi subì un lento ed inesorabile declino che la portò al fallimento, nel 2015.

Nei successivi anni sono rimaste abbandonate entrambe e il sito è diventato un luogo di degrado.
Le forze dell’ordine sono state costrette a intervenire più volte per sventare furti e persino per spegnere un incendio, presumibilmente causato da senzatetto che cercavano riparo e calore.
Il piazzale, un tempo pieno di automobili, è ora tristemente invaso da una rigogliosa vegetazione, e i vetri rotti delle finestre dello stabilimento sono testimoni evidenti di intrusioni.
Sebbene l’azienda sia stata notevolmente saccheggiata e vandalizzata, la villa fortunatamente non ha subìto la stessa sorte. Si notano le tracce del passaggio di ladri, come cassetti e armadi svuotati, ma tutto sommato la struttura non è in pessime condizioni e la possibilità di un futuro riutilizzo non è da escludere.

Una vera chicca che abbiamo scoperto si trova nel giardino sul retro: una mitica Triumph TR7, completamente ingabbiata dalla vegetazione. Questo modello di auto è stato prodotto dalla casa automobilistica inglese dal 1975 al 1981, ed è una rarità in Italia, specialmente nella versione cabrio: ne furono prodotti solamente 28.864 esemplari!

AGGIORNAMENTO: il luogo è stato parzialmente recuperato e posto sotto controllo.

Per vedere tutte le altre foto scattate in questa villa abbandonata vi rimandiamo all’album di Tesori Abbandonati: TESSUTI A PERDERE.

Se questa abitazione con accanto la fabbrica di manifattura tessile (entrambe abbandonate) hanno stuzzicato la tua curiosità, ecco una lista di ville abbandonate. Altrimenti perché non esplorare virtualmente i luoghi abbandonati del Veneto?

L’obiettivo dell’esplorazione è toccare il fondo e la cima, toccare… per vedere se la porta si apre.
Noi di Ascosi Lasciti ci spingiamo in luoghi pericolosi o inagibili per poterli raccontare. Come sempre, raccomandiamo di NON VISITARLI, ma di seguirci solo attraverso i nostri reportage. Per poter prendere parte attiva senza rischi a questa missione, iscriviti al nostro gruppo, oppure, se l’impegno che vuoi prestare è maggiore, supportaci e tesserati alla nostra associazione. Potrai beneficiare di contenuti esclusivi e materiale inedito.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre ultime esplorazioni, basta iscriverti al nostro nuovo canale Youtube oppure seguirci sulla nostra pagina Facebook, tra le più grandi community urbex in Italia, sul nostro profilo Instagram, tra i più seguiti in tutto il mondo sul tema dell’abbandono edilizio ed il neo-nato profilo tiktok.

(Visited 599 times, 1 visits today)
Rating: 5.0/5. Dai voti2.
Attendere....