Skip to main content

Questo convento, costruito fra il 1966 e il 1969 inizialmente per i frati cappuccini su progetto degli architetti Otto Glaus e Ruedi Lienhard di Zurigo, durante la sua edificazione cambiò la sua destinazione d’uso in centro di educazione religiosa (casa per ritiri).

La manipolazione del cemento da parte di Glaus, divenne sempre più scultorea, interessato alle forme cubiche libere nonché rappresentante dello stile “béton brut”, rendono l’architettura di questo edificio più unica che rara.

convento dismesso
L’opera a tetto piano é composto da un totale di otto livelli addossati e sfalsati lateralmente sul fianco della collina, i cubi e volumi di cemento finestrati insieme alle ali, creano atri e cortili interni, anche su più livelli, realizzando un’illusione di spazi aperti e chiusi, in armonia con il paesaggio circostante.
L’intero complesso immobiliare è realizzato in cemento a vista e le finestre sono in legno di pino smaltato, alcune hanno telai sporgenti in cemento.
Il design all’interno di questo convento dismesso corrisponde all’esterno. Nulla é lasciato al caso e studiato nel minimo dettaglio, l’intonaco fortemente strutturato, caratterizza gli interni e contrastano le superfici impiallacciate in legno massiccio di pino.
Applique e plafoniere di vetro sono realizzate su misura come gli arredi che sono dei preziosi pezzi di design.

In tempi non troppo lontani venne utilizzato come dormitorio per studenti. Dopo che il vecchio proprietario ha dichiarato fallimento e nessun acquirente si è fatto avanti, l’edificio attualmente appartiene a una banca che tenta di venderlo.
La Casa Francescana fino al 2011 è stata usata come una struttura educativa versatile e un luogo di pace in una struttura moderna e senza compromessi.
Ad oggi questo convento dismesso nonostante lo stato di abbandono e degrado, è stato posto sotto tutela ministeriale dei monumenti, riconosciuto per il suo significato storico-colturale e la qualità del design.

Se questo convento dismesso ha stuzzicato la tua curiosità, ecco una lista di conventi abbandonati. Altrimenti perché non esplorare virtualmente altri luoghi abbandonati della Svizzera?

L’obiettivo dell’esplorazione è toccare il fondo e la cima, toccare… per vedere se la porta si apre.
I luoghi che noi di Ascosi Lasciti esploriamo e documentiamo, seppure omettendone volutamente alcune informazioni a fini di tutela, spesso risultano pericolosi o inagibili: raccomandiamo di NON VISITARLI autonomamente, ma di seguirci solo attraverso i nostri reportage. Per prendere parte attiva senza rischi a questa missione, iscriviti al nostro gruppo, oppure, se l’impegno che vuoi prestare è maggiore, supporta l’associazione omonima tesserandoti. Potrai beneficiare di contenuti esclusivi e materiale inedito.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre ultime esplorazioni, basta iscriverti al nostro nuovo canale Youtube oppure seguirci sulla nostra pagina Facebook, tra le più grandi community urbex in Italia, sul nostro profilo Instagram, tra i più seguiti in tutto il mondo sul tema dell’abbandono edilizio ed il neo-nato profilo tiktok.

(Visited 747 times, 1 visits today)
Rating: 5.0/5. Dai voti5.
Attendere....