Skip to main content

L’aria pesante della storia avvolgeva il capannone diroccato mentre ci addentriamo in questo labirinto di detriti e ricordi sepolti. il nostro sguardo viene immediatamente catturato dal primo dei mezzi storici abbandonati : un camion “Fiat 693N1”, una reliquia dell’era passata, che si erge fiero, nonostante la decadenza circostante.

E’ quasi surreale trovarlo in uno stato cosi impeccabile, come se il tempo avesse deciso di risparmiarlo dalla sua implacabile avanzata. ma la nostra scoperta non si ferma qui. A pochi passi dal camion, sosta un altro veicolo dalle fattezze militari, dal nome sconosciuto. L’abbiamo studiato attentamente, e le sue caratteristiche parrebbero riportare al Ford Canada F60, un testimone silenzioso della Grande Guerra; forse in un’altra epoca aveva trasportato carichi di pietre o fornito supporto logistico sul campo di battaglie , ma ora giace qui, avvolto nell’oblio.
Eppure, la vera sorpresa deve ancora manifestarsi. I mezzi storici abbandonati visti fino ad ora sembreranno presto nulla, a confronto.

Nel buio capannone, avvistiamo un’imponente sagoma di metallo arrugginito, un locomotore a vapore della prima guerra mondiale. E’ come se avesse aspettato pazientemente di essere scoperto, un monumento alla potenza industriale di un’epoca passata . Il suo respiro silenzioso, una volta animato dal fuoco a vapore , ora si mescola col silenzio circostante. Ma la nostra meraviglia non termina certo qui, mentre usciamo dal capannone , i nostri occhi cadono su un altro paio di mezzi locomotori, che vi mostriamo in foto, posizionati come guardiani silenziosi del passato. La loro provenienza,  cosi diversa tra loro da quella che ci saremo aspettati, aggiunge un ulteriore stato di mistero a questa scoperta straordinaria . In questo momento, siamo consapevoli di aver intrapreso un viaggio non solo fisico, ma anche attraverso le pieghe della storia. Questi testimoni ci parlano silenziosamente del loro passato glorioso e delle vite che hanno toccato.

E mentre lasciamo il capannone diroccato ed i suoi mezzi storici abbandonati, portiamo con noi non solo la memoria di ciò che abbiamo visto, ma anche la consapevolezza che il passato vive ancora, se solo siamo disposti ad ascoltarlo.

Se treni fatiscenti ha stuzzicato la tua curiosità, ecco una lista di mezzi storici abbandonati. Altrimenti perché non esplorare virtualmente altri luoghi abbandonati delle Marche?

L’obiettivo dell’esplorazione è toccare il fondo e la cima, toccare… per vedere se la porta si apre.
I luoghi che noi di Ascosi Lasciti esploriamo e documentiamo, seppure omettendone volutamente alcune informazioni a fini di tutela, spesso risultano pericolosi o inagibili: raccomandiamo di NON VISITARLI autonomamente, ma di seguirci solo attraverso i nostri reportage. Per prendere parte attiva senza rischi a questa missione, iscriviti al nostro gruppo, oppure, se l’impegno che vuoi prestare è maggiore, supporta l’associazione omonima tesserandoti. Potrai beneficiare di contenuti esclusivi e materiale inedito.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre ultime esplorazioni, basta iscriverti al nostro nuovo canale Youtube oppure seguirci sulla nostra pagina Facebook, tra le più grandi community urbex in Italia, sul nostro profilo Instagram, tra i più seguiti in tutto il mondo sul tema dell’abbandono edilizio ed il neo-nato profilo tiktok.

(Visited 531 times, 3 visits today)
Rating: 4.5/5. Dai voti2.
Attendere....