Skip to main content

Una casa dimenticata, un bosco e la suggestione dei vecchi racconti fantasy.

L’abbiamo soprannominata “casa degli gnomi” questa piccolissima casetta, in Friuli Venezia Giulia. Da anni si trova in uno stato di degrado, immersa in una folta zona boschiva che le si estende intorno ma non distante da un’area frequentata da sportivi e amanti della natura, oltre che da palazzine con uffici.

L’edificio è davvero piccolo e si compone di un pian terreno e di uno spazio mansardato, raggiungibile, un tempo, con una scaletta provvisoria, ora scomparsa.

In questa casa dimenticata le porte e le finestre sono rotte, da fuori si nota una minuscola zona giorno, un bagno e la botola che porta al piano superiore. Sembra proprio una casa delle fiabe.

Ma chi poteva vivere in un luogo così piccolo?

Qualcuno vi abitò sicuramente, anche perché dalla disposizione interna non pare proprio un deposito o un locale accessorio. Altresì, sembrano spazi utilizzati da chi si era adattato a una vita in ambienti ristretti.

Troviamo una sorta di angolo cottura, con un caminetto. Poco distante una piccola botola si apre sul pavimento, forse utilizzata come deposito, mentre quella che si apre sul soffitto conduceva al piano di sopra, dove anni fa qualcuno ricorda di aver visto un materasso. Troviamo anche un minuscolo bagno.

Tutto fa pensare, insomma, ad un’abitazione “mignon”. Una casetta che all’esterno ha un grande fascino, con il tetto spiovente e la vegetazione folta attorno che pare proteggerla e nasconderla parzialmente dalla strada.

Le condizioni generali della casa dimenticata sono pessime ma la struttura è ancora recuperabile. Infatti, il tetto è integro e non si notano danni evidenti ai muri. Probabile però che un ambiente così angusto non risponda più alle norme abitative attualmente in vigore.
Sempre che qualcuno sia pronto a vivere in una manciata di metri quadrati.

Per vedere altre foto: https://bit.ly/3VSXgVC
Per saperne di più: https://bit.ly/3h1Lt8E

Se questa casa dimenticata ha stuzzicato la tua curiosità, ecco una lista di ville, case e palazzi abbandonati. Altrimenti perché non esplorare virtualmente i luoghi abbandonati delle Marche?

L’obiettivo dell’esplorazione è toccare il fondo e la cima, toccare… per vedere se la porta si apre.
luoghi che noi di Ascosi Lasciti esploriamo e documentiamo, seppure omettendone volutamente alcune informazioni a fini di tutela, spesso risultano pericolosi o inagibili: raccomandiamo di NON VISITARLI autonomamente, ma di seguirci solo attraverso i nostri reportage. Per prendere parte attiva senza rischi a questa missione, iscriviti al nostro gruppo, oppure, se l’impegno che vuoi prestare è maggiore, supporta l’associazione omonima tesserandoti. Potrai beneficiare di contenuti esclusivi e materiale inedito.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre ultime esplorazioni, basta iscriverti al nostro nuovo canale Youtube oppure seguirci sulla nostra pagina Facebook, tra le più grandi community urbex in Italia, sul nostro profilo Instagram, tra i più seguiti in tutto il mondo sul tema dell’abbandono edilizio ed il neo-nato profilo tiktok.

(Visited 794 times, 1 visits today)
Rating: 5.0/5. Dal voto1.
Attendere....