“Il Natale è gioia, gioia religiosa, gioia di Dio, interiore, di luce, di pace”. Papa Francesco
Ma è anche arte, storia, nostalgia…e urbex! E quale posto migliore per fare gli auguri ai nostri lettori, se non da questa splendida chiesa neo gotica abbandonata?

Erano i primi anni Settanta. Nella cittadina di Zeitz le campane suonavano a festa, era la notte della Vigilia di Natale. Mancava poco alla mezzanotte e gli abitanti della Nikolaiplatz e i quartieri circostanti si erano riversati in strada nonostante la neve che scendeva copiosa. Avvolti nei pesanti cappotti illuminati dalla fioca luce dei lampioni si dirigevano verso la porta della Nikolaikirche (Chiesa di S. Nicola).

Le vetrate illuminate la facevano sembrare una grande lanterna al centro della piazza. Fu una delle ultime funzioni prima della sua definitiva chiusura. Oggi la chiesa neo gotica di San Nicola è abbandonata. Vediamo perché…

Oggi le cose sono diverse: quello che un tempo era un bel giardino curato che circondava l’edificio della chiesa neo gotica, oggi é una foresta abbandonata con gli alberi tanto alti da raggiungere quasi la cima del campanile monco e, in estate, da nascondere l’intero edificio come un tesoro da preservare.

Ingresso discreto. Mi riesce semplice, in questo grigio giorno nevoso, infiltrarmi dal muro rotto del giardinetto fra alberi spogli ed edere verdi spruzzate di neve.
Da vicino l’edificio in mattoni sembra ancora più imponente con le sue alte vetrate piombate rotte a sassate da generazioni di ragazzini annoiati di questa città semideserta. Eh si, siamo in una cittadina quasi “fantasma”, in quanto negli ultimi decenni il suo nucleo ha subito uno spopolamento importante…ma della storia di Zeitz vi parlerò nella seconda parte! Pazientate…

Entro nell’edificio. Dalle finestre rotte le correnti d’aria trascinano i fiocchi di neve che si depositano sul pavimento in prossimità dei lucernai. L’atmosfera é quasi surreale. La grande navata scrostata e malconcia con le volte azzurre sbiadito é illuminata dalla alte finestre gotiche. Sembra incredibile che questa chiesa in centro città sia stata quasi totalmente risparmiata da tag e graffiti. Ne spicca uno sulla parete dove un tempo c’era l’entrata e sopra un balconata con l’organo. “NOT FOUND”, quasi a simboleggiare l’inesistenza, l’invisibilità di questo edificio. Difficile immaginare come gli interni potessero essere riccamente arredati, fino al 1970.

Questa non è la “prima morte della struttura”. Dopo la demolizione della chiesa precedente nel 1823, infatti, nel 1891 fu consacrato un nuovo edificio di mattoni in stile neogotico a Nikolaiplatz su progetto di Karl Mamminger. In origine si chiamava Chiesa della Trinità. Successivamente prese il nome di Nikolaikirche. A causa del sottosuolo sabbioso, c’erano spesso problemi statici, tanto che dall’inizio degli anni ’70 la chiesa non poteva più essere utilizzata a causa del degrado architettonico.

Colpo di grazia: Come un segno dal cielo nel 1998 un fulmine colpì il campanile, che provocò un incendio sul tetto. Quando la campana si staccò dalla trave in fiamme cadde sul tetto della chiesa provocando un buco nella volta a crociera della navata. Da lì la chiesa gotica fu chiusa e lentamente abbandonata. (Ne abbiamo trovata un’altra molto simile nelle Marche, guarda qui).

Da lì, tutto si fermò.  Nessun fedele fece più capolino. E pensare che, ogni Natale, dopo la funzione, la gente si fermava a chiacchierare e a scambiarsi gli auguri davanti alla porta della chiesa illuminata, prima di far rientro allegro a casa. Sembra un’ immagine lontanissima nella Nikolaiplatz.
Attualmente non c’é nessun progetto per restaurare o recuperare la chiesa.

L’obiettivo dell’esplorazione è toccare il fondo e la cima, toccare… per vedere se la porta si apre.

Noi di Ascosi Lasciti, con l’esplorazione urbana, ci spingiamo in luoghi talvolta pericolosi, per poterli raccontare. Come sempre, raccomandiamo di NON VISITARLI, ma di seguirci solo attraverso i nostri reportage.

Se questa chiesa neo gotica abbandonata ha stuzzicato la vostra curiosità, ecco una ricca lista di aree sacre abbandonate. Altrimenti perché non esplorare virtualmente i luoghi abbandonati in Germania?

Per un aggiornamento quotidiano sulle nostre attività, basta seguirci sulla nostra pagina Facebook oppure sbirciare tutte le nostre foto migliori su Instagram.

Rating: 5.0/5. Dai voti6.
Attendere....
Jonathan Della Giacoma
Jonathan Della Giacoma
Classe '87 e svizzero, Jonathan è uno tra i più famosi autori nel campo "Urbex" e tra i più attivi nel progetto Ascosi Lasciti.
Attratto dalla storia, dalla bellezza estetica, dall'architettura, ha visitato edifici abbandonati in tutta europa.

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.