Skip to main content

Questo castello medievale abbandonato nasce dalla mente, ricca di esperienze, di un artista, il quale tornato stabilmente nella sua città decide di costruirsi la sua dimora. Nato nel 1836, figlio di un esteta neogotico e insegnante di disegno, si trasferisce a Napoli per studiare all’ Accademia di Belle Arti, successivamente si trasferì in Lombardia, Svizzera e Toscana.

Fu la sosta fiorentina che formò in lui quel particolare gusto architettonico e pittorico che poi avrebbe seguito nel progetto e nella realizzazione del suo Castello. La costruzione del castello medievale abbandonato fu avviata nel 1889 e conclusa nel 1917, dedicò a questa difficile realizzazione tutto se stesso: la sua ricchezza, il suo ingegno, la sua creatività e la sua energia. Sua anche la produzione di affreschi e lo studio, fin nei minimi particolari, di tutto l’ edificio. Fu costruito sui resti di un antica chiesa, ridotta dai francesi a polveriera, della quale furono riutilizzati materiali di costruzione ed elementi decorativi.

L‘ edificio è munito di piccole torri, bastioni e fossati di protezione come si usava nel medioevo, il tutto in stile neogotico “che andava di moda all’ epoca” e con alcune affluenze moresche. Gli affreschi sono rappresentazioni di scene storiche, locali ed extra locali, trompe-l’oeil e ritratti degli antenati. Riuscì a progettare anche nei più piccoli particolari ogni angolo e ogni dettaglio dalle decorazioni delle minuscole logge e le finestre biforate, dal ponte levatoio al giardino del Castello medievale abbandonato.

Nonostante la sua realizzazione fosse una copia quasi perfetta dei manieri medioevali autentici, non si volle accontentare della sola imitazione. Fece, pertanto, incastonare nel fabbricato frammenti di ruderi autentici che aveva acquistato: vennero sistemati colonnine, capitelli, sculture e piccoli resti di passati gloriosi.

L’artista intorno al castello medievale abbandonato fece costruire altri due edifici dello stesso stile, realizzando così un piccolo borgo medioevale, purtroppo mai concluso definitivamente in quanto la sua morte arrivò nel 1917. Ci aspettavamo già di trovare l’ edificio blindato ed inaccessibile ma tentiamo lo stesso, la fortuna volle che nel giardino trovammo dei dipendenti del comune intenti a potare gli alberi, approfittando della loro distrazione, ci intrufolammo nella magione. La vista di tutto quello splendore mi lasciò sorpreso e con il cuore in gola, per paura di essere sorpreso, preparai fotocamera e cavalletto per realizzare più scatti possibili.

L’obiettivo dell’esplorazione è toccare il fondo e la cima, toccare… per vedere se la porta si apre.

Noi di Ascosi Lasciti ci spingiamo in luoghi pericolosi o inagibili per poterli raccontare. Come sempre, raccomandiamo di NON VISITARLI, ma di seguirci solo attraverso i nostri reportage. Per poter prendere parte attiva senza rischi a questa missione, iscriviti e supportaci sul nostro gruppo. Qui potrai trovare foto esclusive e materiale inedito.

Se questo castello medievale abbandonato ha stuzzicato la tua curiosità, ecco una lista di castelli abbandonati. Altrimenti perché non esplorare virtualmente i luoghi abbandonati dell’Abruzzo?

Per essere sempre aggiornato sulle nostre ultime esplorazioni, basta iscriverti al nostro nuovo canale Youtube oppure seguirci sulla nostra pagina Facebook, tra le più grandi community urbex in Italia, e sul nostro profilo Instagram, tra i più seguiti in tutto il mondo sul tema dell’abbandono edilizio.

(Visited 336 times, 1 visits today)
Rating: 5.0/5. Dai voti9.
Attendere....

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.