ABRUZZO urbexBORGHI, CONTRADE e VILLAGGI FANTASMA

Corvara: il paese della morta ammazzata

Tra le varie ricerche per scovare nuovi luoghi abbandonati e suggestivi (per quella passione che si chiama “esplorazione urbana“) abbiamo notizia di un borgo parzialmente disabitato. Non sappiamo in che stato si trovi attualmente. Sarà stato recuperato? Oppure abbattuto? O magari semplicemente lasciato all’incuria? Presi dalla voglia di soddisfare la nostra curiosità, decidiamo di visitarlo.

Una sera, di ritorno da altre gite fotografiche, allunghiamo la strada di ritorno verso casa e ci fermiamo per dare una prima occhiata al posto. Parcheggiamo e ci addentriamo a piedi per le viuzze di questo piccolo borgo. Le case sono tutte abbandonate e con evidenti crepe causate dalle scosse sismiche. Continuando a camminare leggiamo su una targa “COMMISSARIATO”, più avanti un altra con scritto “MACELLERIA AL CAPRONE”.
C’è qualcosa di strano.
Iniziamo a farci delle domande. La prima è “perché quelle targhe sono lì?”
Sembra tutto molto strano…

Nel buio serale del posto ci accorgiamo di non essere soli. Vediamo in lontananza un ragazzo, che si avvicina a noi. Si presenta : si chiama Giancarlo ed è uno dei quattro abitanti delle case limitrofe al borgo. Molto gentilmente ci accoglie nella sua dimora e ci racconta di come il paese sia stato usato per un set televisivo e cinematografico del film “OMICIDIO ALL’ITALIANA” di Maccio Capatonda.
Facciamo una lunga chiacchierata durante la quale il nostro nuovo amico ci racconta l’esperienza vissuta sin dalla prima volta che Maccio arrivò in paese e durante il periodo delle riprese cinematografiche che trasformarono il paese in “ACITRULLO” e che lo fecero rivivere, anche se per poco tempo.

In questo magico luogo siamo tornati più e più volte, sia per rivivere la sua bellezza sia per  incontrare il nostro nuovo amico.
Quasi dimenticavo : perché “paese della morta ammazzata”? Semplice, è il sottotitolo del film che vi è stato girato.

Se ti è piaciuto il paese della morta ammazzata e sei appassionato di cinema, teatri e set cinematografici abbandonati, clicca qui

Se vuoi continuare a esplorare le meraviglie abbandonate in Abruzzo, clicca qui

Per rimanere sempre aggiornata sulle ultime esplorazioni seguici anche su Facebook

Rating: 5.0/5. Dai voti4.
Attendere....
Valerio Fanelli
Valerio Fanelli
Nato a Potenza ma residente a Pescara da molti anni.
Valerio si è diplomato all’istituto d’arte con indirizzo di fotografia e oggi continua a coltivare questa passione attraverso la partecipazione di mostre fotografiche e articoli sull'esplorazione urbana.

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.