ABRUZZO urbexCINEMA e TEATRI abbandonati

L’ultima proiezione

Da Marzo 29, 2020 Marzo 31st, 2020 2 Commenti

Mi chiama un amico. E’ agitato, deve dare un esame. Consolandolo e parlando del più e del meno, esce fuori che nel suo piccolo paese c’ è un vecchio cinema. Io che amo questi vecchi edifici, nel primo giorno in cui sono libero vado a trovarlo e, con la scusa di farmi un giro con lui, lo convinco ad accompagnarmi al cinema, presumibilmente in stato di abbandono.

Il mio nuovo Cicerone : Luciano, il mio amico, mi porta in un vicoletto e mi fa entrare passando per un piccolo cancello privato, passando all’ interno di un portico di un abitazione. Lì da una vecchia porta in legno ci troviamo all’interno del cinema. Un vero spettacolo di storia e decadenza. Luciano mi racconta che quello era l’ ingresso dove, quando era ragazzino, entrava per non pagare il biglietto. E funziona ancora così. Con la differenza che ora nessuno paga più il biglietto: la struttura si presenta quasi intatta. Nessuno conosce l’esistenza di questo luogo ed il mio amico tiene segreta la sua posizione, questo ha fatto si che si mantenesse nella sua integrità.

In una stanza rivengo ancora le locandine dei film, tutti del periodo degli anni ’70, tra polizieschi italiani con Tomas Milian, film con Alvaro Vitali, Bud Spencer e molti altri. Un bigliettino su un bancone presenta la lista dei film in uscita e tra i tanti noto: amore tossico, un film dell’ 83, tornando alle locandine, quella che mi colpisce di più è quella di un film che si intitola: moglie nuda e siciliana.

Luciano mi dice che il cinema ha chiuso nei primi anni ottanta. Essendo in un paesino, in pochi ci andavano. Lo streaming ha dato la mazzata definitiva. Mi racconta che era un cinema che dava spesso film particolari, o di serie b o seconde uscite, ma ancor più spesso film di commedie erotiche, come notiamo nelle locandine. Allora,se si vedeva un culo o due tette era considerato “un film spinto”.
Sempre Luciano mi racconta che un giorno aveva incontrato il proprietario del cinema erotico abbandonato, che oggi non è più in vita, in una città vicino proprio di fronte ad un altro cinema, lo salutò ed il proprietario, guardando le locandine del cinema, gli disse “guarda, da noi il biglietto costa la metà e la gente ci si fa pure le pippe”, forse come sfogo alla crisi che aveva portato alla chiusura della sua attività.

Dopo aver fotografato tutto, sedili in legno, vecchio sipario strappato, soppalco in legno, tutto trattato con gran cura, andiamo via, attenti a non far rumore. Non vogliamo disobbedire alle regole del cinema, nemmeno ora.

Se ti è piaciuto questo cinema erotico abbandonato e vuoi esplorare gli altri cinema abbandonati in Italia e nel mondo, clicca qui.
Se vuoi scoprire i posti abbandonati nella tua Regione, clicca qui.
Segui la nostra pagina Facebook per rimanere sempre aggiornato.

Rating: 4.5/5. Dai voti10.
Attendere....
Valerio Fanelli
Valerio Fanelli
Nato a Potenza ma residente a Pescara da molti anni.
Valerio si è diplomato all’istituto d’arte con indirizzo di fotografia e oggi continua a coltivare questa passione attraverso la partecipazione di mostre fotografiche e articoli sull'esplorazione urbana.

Entra nella discussione 2 Commenti

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.